EAV lancia le direttive per la prevenzione sulla “Questione Coronavirus”

EAV e il coronavirus: tutte le direttive lanciate dall’azienda campana per contenere qualsiasi rischio.
Dopo la firma di Luigi de Magistris a un’ordinanza per le “Misure cautelari e preventive volte al contenimento del rischio contagio da Covid-19 nella città di Napoli”, Napoli guarda alla prevenzione.
Ebbene sì, non bisogna cadere nella trappola malsana degli allarmismi, ma tutelarsi sì.

L’ordinanza è rivolta ai luoghi aperti al pubblico, sia agli uffici pubblici che a quelli privati, bar, negozi, supermercati, palestre, cinema, musei e stazioni.
Proprio in merito alle stazioni, anche l’EAV (Ente Autonomo Volturno) si attiva contro il Coronavirus. Umberto de Gregorio, presidente del CdA presso EAV – Ente Autonomo Volturno srl, ha comunicato, tramite un post sulla sua pagina Facebook, alcune direttive in merito all’epidemia.

“Si raccomanda di evitare, per quanto possibile, ingressi in azienda di personale esterno ad EAV, considerato anche il complesso iter burocratico che necessariamente abbiamo previsto. Evitiamo quindi in questi giorni le visite di cortesia e quelle non strettamente indispensabili all’iter lavorativo.

Per quanto riguarda il materiale sanitario da distribuire è nota la difficoltà di approvvigionamento del materiale. Oggi abbiamo avuto la prima parziale consegna e quindi iniziamo a distribuire il materiale che abbiamo reperito (disinfettante, guanti) nei principali siti aziendali. Nei prossimi giorni la distribuzione verrà incentivata ed ampliata.

Ricordo che EAV conta oltre 200 siti produttivi (tra uffici, stazioni, depositi, officine, ecc.). Il materiale necessario è tanto. Abbiamo inoltrato con le procedure di emergenza del caso gli ordinativi necessari ma i tempi di consegna, per quanto ravvicinati, non sono immediati”.

Potrebbe anche interessarti