Coronavirus, passeggero tunisino positivo: nave con marittimi in isolamento nel Porto di Napoli

nave isolamento napoli

Da Genova a Tunisi passando anche per il porto di Napoli. Sono diverse le navi e gli equipaggi ora sotto osservazione per un caso di coronavirus segnalato in ritardo dalle autorità tunisine. Un passeggero sbarcato a La Goulette in Tunisia il 27 febbraio da un traghetto proveniente da Genova (la Gnv Rhapsody) è risultato positivo al virus.

La conferma è avvenuta il 2 marzo dal ministro della Sanità tunisino, Abdellatif Mekki, che ha annunciato, a scopo precauzionale, la sospensione dei traghetti tra Tunisi e Genova. Sotto osservazione ci sono tutti i 254 passeggeri della nave venuti a contatto con il tunisino risultato positivo. I marittimi a bordo, come rende noto ‘Il Secondo XIX’, poi sono sbarcati per prendere servizio su altre navi, tra cui due ormeggiate a Napoli (la Gnv Majestic e Snav Adriatico) che sono state messe in isolamento. Stessa sorte è toccata alla nave presa dal tunisino, la Gnv Rhapsody (con 50 marittimi a bordo) che ora è in isolamento ed è attraccata per riparazioni marittime a Genova.

Altri sei marittimi che si trovavano sulla Spendid, sono stati fatti scendere per controlli e portati in isolamento sulla Rhapsody. Nove invece quelli finiti sulla nave Majestic anch’essa impegnata in lavori di manutenzione nel porto del capoluogo campano. A questa nave è toccata la stessa sorte della Rhapsody, i marittimi sono infatti in isolamento fiduciario domiciliare con vigilanza attiva.

In una nota il gruppo Gnv ha spiegato:

“La nave, che come pianificato da tempo è attualmente in sosta per lavori di manutenzione, non è in quarantena, in quanto non vi sono casi effettivamente rilevati a bordo, tuttavia al fine di garantire l’isolamento con sorveglianza attiva dei marittimi domiciliati è stato temporaneamente inibito l’accesso a terzi. Non risultano al momento segnalazioni di alcun tipo da parte dell’equipaggio e c’è un costante monitoraggio in collaborazione con le autorità preposte.

La Compagnia ha da tempo costituito un apposito comitato interno di coordinamento per garantire la più efficace e tempestiva implementazione delle misure di prevenzione disposte e raccomandate dalle autorità competenti. In generale, a tutela della salute dei propri passeggeri, la Compagnia ha da tempo attivato una serie di misure che comprendono un rafforzamento delle attività già previste di sanificazione e igienizzazione delle proprie navi, la diffusione a bordo delle informazioni previste dalle autorità sanitarie in materia di prevenzione e l’introduzione di uno screening prima della partenza delle condizioni di temperatura dei passeggeri, anche nei casi in cui questo non sia previsto dalle singole autorità portuali”.

Soltanto qualche giorno fa era sceso da un’altra nave, questa volta da crociera, il comandante della Diamond Princess. Finalmente sbarcato e ora anche lui in isolamento.

 

Potrebbe anche interessarti