Rientri di massa dal Nord, De Luca: “Il Governo adotti misure drastiche”

Il rientro di massa di campani dalle regioni del Nord Italia risulta essere una delle cause principali del picco di contagi da Coronavirus in Campania. Per questo il presidente Vincenzo De Luca ha rivolto un appello al Governo, in cui chiede misure drastiche per controllare o vietare del tutto gli spostamenti dal Nord, dove si trovano molti dei focolai del contagio:

CORONAVIRUS: ho rivolto un invito al Governo affinché vengano assunte misure drastiche per evitare o controllare l’arrivo di cittadini da regioni e Paesi in cui il contagio è già elevato.
Ho già sottolineato il pericolo eccezionale che può derivare da spostamenti incontrollati che si andrebbero a sommare a quelli delle settimane scorse. Tali flussi renderebbero davvero ingovernabile la situazione in Campania. Attendiamo un confronto di merito urgente con il Governo su questa nuova grave emergenza che si profila”.

Vincenzo De Luca, nel suo aggiornamento di ieri, aveva già spiegato come fra le cause principali dell’aumento di positivi in Campania vi fossero i rientri di massa dal Nord. “Abbiamo avuto un incremento rilevante di casi di Coronavirus in Campania”, ha affermato De Luca. “Queste le cause: la prima è rappresentata dai rientri incontrollati di concittadini dal Nord. Dopo 10 giorni da questo esodo di massa, cominciamo a misurare gli effetti.

La seconda causa è il picco di contagio del personale sanitario. La terza è l’inciviltà, l’irresponsabilità di componenti rilevanti della nostra società, che non hanno inteso rispettare le ordinanze che imponevano il domicilio. In Campania siamo al picco dell’inciviltà da questo punto di vista”.

Potrebbe anche interessarti