Coronavirus, in America muore un neonato (più giovane al mondo), in Portogallo un 14enne (più giovane in Europa)

coronavirus giovani

Tre casi che fanno riflettere vengono dagli Stati Uniti, dal Portogallo e dalla Francia. Sono morti per Coronavirus anche dei giovani: due adolescenti e un neonato. Si abbassa quindi l’età di persone che sono contagiate dal covid-19 ma i casi di complicazione per le fasce d’età più piccole restano comunque molto bassi.

Lo hanno confermato i dati cinesi e quelli italiani. Secondo i dati diffusi dall’Istituto Superiore della Sanità, l’età media dei pazienti deceduti nel nostro Paese, risultati positivi a COVID-19, è 78 anni. Le donne sono 2012 pari al 29,6%. Al 26 marzo (data dell’ultimo aggiornamento) sono 84 dei 6801 (1,2%) pazienti deceduti Covid-19 positivi di età inferiore ai 50 anni. In particolare, 17 di questi avevano meno di 40 (14 di sesso maschile e 3 di sesso femminile con età compresa tra i 30 ed i 39 anni). Di 5 pazienti di età inferiore ai 40 anni non sono disponibili informazioni cliniche, gli altri 8 presentavano gravi patologie preesistenti (patologie cardiovascolari, renali, psichiatriche, diabete, obesità) e 1 non presentava patologie di rilievo.

LEGGI ANCHE
Il virologo Pregliasco: "Prepariamoci al peggio. Il virus ci terrà compagnia per uno o due anni"

AMERICA – Ma le notizie che vengono dai restanti Paesi fanno pensare a una forma più aggressiva del virus. Come reso noto in conferenza stampa dal governatore dell’Illinois, Jay Pritzker, sabato sera è morto un neonato di pochi mesi. Si tratta di un bimbo di Chicago, il primo caso in Europa e nel resto del mondo, che ha perso la vita per coronavirus e che aveva meno di un anno. E’ stata comunque aperta un’inchiesta per scoprire se il neonato avesse altre patologie non segnalate al momento della nascita.

FRANCIA – Qualche giorno fa in Francia era stata diffusa la notizia della morte di Julie, una ragazza di 16 anni. A raccontare la sua storia, la mamma. L’adolescente aveva da giorni la tosse, ricoverata d’urgenza all’ospedale pediatrico di Parigi, il Necker, a un primo esame era risultata negativa. Poi la positività a un secondo tampone e il trasferimento in rianimazione dove purtroppo è morta poco dopo.

LEGGI ANCHE
Coronavirus, 37 miliardi di tagli alla Sanità: gli italiani erano condannati a morte

PORTOGALLO – E anche in Portogallo si registra un decesso tra giovanissimi. Il più giovane in Europa dato che il ragazzo aveva appena 14 anni. Secondo quanto riportato dai media locali, Vitor Godinho questo il suo nome, era un giovane atleta del futsal portoghese. Non aveva altre patologie, soffriva solo di psoriasi, un disturbo della pelle.

SPAGNA – E in Spagna ha perso la vita anche Sara Bravo Lopez, giovane dottoressa di 28 anni, in prima linea nell’emergenza. Il medico, secondo alcuni colleghi, pare soffrisse d’asma.

ITALIA – Nel nostro Paese una delle vittime più giovani del coronavirus è stata Fabrizio. Aveva 32 anni e a seguito di un viaggio a Cuba, aveva contratto un’infezione che gli aveva causato un indebolimento delle difese immunitarie.

LEGGI ANCHE
A Torre del Greco la sanificazione delle strade ci sarà ogni giorno divisa in sette zone

 

 

Potrebbe anche interessarti