Coronavirus, l’istituto statistico di Washington: “In Campania zero decessi dal 21 Aprile”

Secondo uno studio dell’istituto statistico di Washington la curva dei decessi in Campania si stabilizzerà il 21 Aprile. Il picco di contagio in Italia lo abbiamo superato, ci siamo lasciati alle spalle il peggio e ci stiamo avviando verso la guarigione totale. Servirà comunque tempo e rigore da parte dei cittadini, ma il bollettino di ieri della Protezione Civile fa ben sperare.

Uno studio statistico del Institute for Health Metrics and Evaluation (IHME) ,dell’Università di Washington a Seattle, ha calcolato quando si avrà il picco di decessi in Italia. E’ previsto per il 18 Maggio. Lo studio è molto dettagliato e si possono vedere le statistiche italiane regione per regione, ma anche di tutti gli altri paesi mondiali. Secondo questo studio la Calabria ha raggiunto il picco dei decessi ieri 7 Aprile, la Puglia lo raggiungerà il 16 Aprile. In Campania a partire da questi giorni il numero dei decessi dovrebbe diminuire sempre di più fino ad arrivare al 21 Aprile quando non ci dovrebbero essere più decessi.

Un altro grafico riguarda invece il numero di posti letto necessari negli ospedali e di ventilatori. In Campania oggi occorrerebbero, secondo i ricercatori dell’istituto statistico di Washington, 218 posti letto e 51 ventilatori; domani 186 posti letto e 46 ventilatori; dopodomani 158 e 41. A metà Aprile il fabbisogno ospedaliero legato al Covid diminuirebbe drasticamente: 63 posti letto e 18 ventilatori; la curva discendente continuerebbe senza intoppi fino al 23 aprile con 7 posti letto e 2 ventilatori. Anche in questo caso c’è una data precisa per la fine dell’emergenza all’interno delle corsie: in Campania il 2 Maggio prossimo — sostengono sempre gli statistici di Washington — non ci sarà bisogno di alcun posto letto e nemmeno di un solo ventilatore legato alla cura del Coronavirus.

Ovviamente sono dati non certi ma da prendere con le pinze. L’unica cosa certa è che ci aspettano ancora settimane difficili e anche dopo la fine dell’isolamento andremo incontro a delle restrizioni per evitare un contagio di ritorno.

Potrebbe anche interessarti