Dalla Campania alla Silicon Valley e raccoglie 1,5 milioni

Adriano Farano, dalla Campania alla Silicon Valley

Adriano Farano ha 34 anni, è di Cava De’ Tirreni e partito per la Silicon Valley, negli Stati Uniti, è riuscito a raccogliere un milione e mezzo di dollari di finanziamenti a fronte dei 600 messi inizialmente. Il suo merito è quello di aver creato la start-up “watchup”, un’applicazione che è in grado di raccogliere le video notizie di un gran numero di emittenti.

“Quando il Muro di Berlino cadde avevo nove anni. Rimasi talmente colpito che volli fare qualcosa per spiegare l’evento ai miei compagni di classe che non ne avevano sentito parlare. Per questo realizzai un giornalino subito battezzato “Il Giornalino di Berlino” insieme a un compagno di classe e che potetti vendere a 600 lire dell’epoca”. Spiega così, Adriano Farano, la nascita della sua passione per l’informazione, la quale lo ha portato nel 2001 a fondare Cafébabel, uno dei primi portali di informazione online al mondo.

La Silicon Valley, sede di colossi come Microsoft, Apple e Facebook, è un posto dove con una buona idea si può riuscire ad avere dei soldi per svilupparla, anche se soltanto una start-up su 300 riceve dei finanziamenti. La chiave di tutto si trova, secondo Adriano Farano, nella perseveranza, oltre che nella fortuna: i suoi primi trenta appuntamenti per ottenere dei soldi sono andati tutti male, però egli, invece di tornare a casa, ha continuato a cercare ed ha raccolto 500mila dollari nei successivi settanta, grazie anche al colpo di fortuna dell’incontro con l’ex direttore del Wall Street Journal, Gordon Crovitz, di origini italiane, il quale ha creduto in lui perché ha lasciato il paradiso della Costiera Amalfitana per il suo progetto – perseveranza e fortuna, appunto.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più