Comune di Napoli lancia l’iniziativa ‘Libri a casa’: “Il bisogno di lettura non è di serie B”

de magistris de lucaNon si ferma la diatriba tra le posizioni espresse da Vincenzo De Luca, Presidente della regione Campania e quella dell’Amministrazione comunale, capitanata da Luigi de Magistris, Sindaco della città di Napoli.

A scaldare gli animi è la questione della riattivazione delle librerie prevista in tutta Italia come da nuovo DPCM del 10 aprile 2020, nel quale era stata consentita la riapertura di tali esercizi su tutto il territorio nazionale. Ma con ordinanza n.32 del 12 aprile 2020, la Regione Campania ha sospeso gli effetti di tale provvedimento prolungando al  3 maggio il periodo di chiusura di dette attività.

È così che l’Amministrazione comunale, su iniziativa di De Magistris, decide di lanciare l’iniziativa “Libri a casa”, promuovendo l’acquisto online dalle librerie e cartolibrerie della città, le quali si impegnano a consegnare a domicilio il materiale acquistato.

Questo “purché vengano rispettate le norme igienico sanitarie sia per il confezionamento che per il trasporto della merce e che il personale sia dotato di appositi DPI ed evitando che al momento della consegna ci siano contatti personali a distanza inferiore ad un metro“, si legge in una nota sul sito del comune di Napoli.

L’Amministrazione si farà carico, oltre che delle dotazioni dei necessari DPI per chi consegna, anche della consegna gratuita dei libri attraverso soggetti debitamente autorizzati ed individuati con una ulteriore ed apposita procedura ad evidenza pubblica che sarà successivamente emanata“. Pertanto il servizio sarà totalmente gratuito per esercenti e clienti.

L’iniziativa ha l’obiettivo di sancire con forza che il bisogno di lettura dei nostri cittadini, soprattutto dei più giovani, non può essere considerato di serie B rispetto al resto del paese e al tempo stesso di dare, attraverso un contributo concreto e operativo, un supporto a realtà commerciali già molto fragili e a cui la pandemia rischia di fare un male irreversibile” affermano le assessore Eleonora de Majo e Rosaria Galiero.

Per aderire alla presente manifestazione di interesse è necessario compilare, entro il 30/04/2020, l’apposito form on-line disponibile sul sito web istituzionale, all’indirizzo: www.comune.napoli.it/libri-a-casa.

Potrebbe anche interessarti