Coronavirus, la Regione Campania approva il “bonus fitti”

affitto

La diffusione del Coronavirus ha reso necessari alcuni interventi a favore dei cittadini. Tra quelli più recenti, promossi dalla Regione Campania, spicca il cosiddetto “bonus fitti”, a sostegno di coloro che si trovano in difficoltà economiche.

A fare chiarezza sulle modalità di erogazione è il sindaco di San Giorgio a Cremano, Giorgio Zinno, tramite un post condiviso sulla sua pagina Facebook.

Il bando per i contributi ad integrazione del canone di locazione scadrà il prossimo 27 aprile. La procedura si effettua integralmente online, collegandosi al sito della Regione Campania, cliccando qui.

Per accedere al contributo è necessario essere titolari, per l’anno 2019, di un contratto di locazione per uso abitativo, corrispondente alla residenza anagrafica, regolarmente registrato ed in regola con il pagamento annuale dell’imposta di registro.

Il contributo deve essere necessariamente richiesto dall’intestatario del contratto di locazione. La domanda di partecipazione deve essere compilata e presentata esclusivamente in forma telematica.

In base all’ISEE e all’ISE, si rientrerà nella fascia A o B: la prima prevede un bonus di 2000 euro, la seconda di 1800 euro. Chi ha un ISEE pari a zero dovrà autocertificare le proprie fonti di sostentamento.

Costituisce criterio preferenziale per la concessione del contributo, la presenza, all’interno del nucleo familiare, di almeno un componente ultrasettantenne o minore o ancora con invalidità accertata per almeno il 74%, oppure in carico ai servizi sociali/asl.

Un’iniziativa concreta per aiutare le numerose famiglie che, in piena emergenza Coronavirus, si trovano a far fronte a numerose difficoltà.

Potrebbe anche interessarti