Covid. Marittimo morto a Torre, la moglie: “Aiutami ad andare avanti, vita mia”

Coronavirus. Un’altra vittima a Torre del Greco. In tutto il numero sale a 19. Si chiamava Luigi Ciro Rivieccio l’uomo di 60 anni che ieri mattina ha lasciato per sempre la sua famiglia. Era ispettore marittimo della compagnia di navigazione Grimaldi.

Si è spento presso l’ospedale “San Leonardo di Castellammare” dove era ricoverato, tutta la sua famiglia era risultata positiva al virus alla fine di marzo. La moglie profondamente addolorata, ha postato sulla sua bacheca Facebook un lungo e toccante messaggio rivolto al marito scomparso.

Ciao amore mio, sei stato il mio unico e grande amore, abbiamo sempre fatto tutto insieme, qualsiasi decisione anche quella più stupida la prendevamo insieme, non sapevamo stare lontani, quando eri a lavoro mi telefonavi sempre, ti preoccupavi dei ragazzi, come era andata la giornata se avevamo mangiato, della scuola, avevi sempre un pensiero per tutti e tutti ti ricorderanno della splendida persona che eri, sempre disponibile, anche prima di entrare in sa-la operatoria hai avuto il pensiero per me, la dottoressa diceva che tu insistevi avvisate mia moglie telefonatele. Amore mio ora che sei con tutti i tuoi cari, tra le loro braccia e tra le braccia del Signore, dammi la forza di andare avanti. Ti amo tantissimo, dicevi che ero la tua piccolina, ora aiutami tu vita mia”.

Ricordiamo che nella città vesuviana sono in tutto 27 i contagiati e 43 le persone guarite, un bilancio che ci fa riflettere e ci addolora. Ci uniamo al dolore della famiglia per questa tragica notizia, ricordando le tante persone che stanno ancora lottando per sconfiggere questo mostro invisibile.

Potrebbe anche interessarti