“Vivi e lascia vivere”: da giovedì in onda su Rai 1 la nuova fiction ambientata a Napoli

Napoli. Da giovedì 23 aprile in prima serata su Rai Uno andrà in onda una serie dal sapore tutto napoletano. Elena Sofia Ricci, sarà la protagonista di una storia drammatica diretta da Pappi Corsicato. Nata dalla coproduzione Rai Fiction e Bibi Film Tv e prodotta da Angelo Barbagallo per Bibi Film Tv, ci farà compagnia per sei serate.

“Vivi e lascia vivere” questo il titolo che già innesca tanta curiosità solo a pronunciarlo. L’attrice famosa per aver dato il volto a tantissime pellicole, stavolta interpreta Laura Ruggero, moglie di un musicista a bordo di navi da crociera. Dopo la scoperta che quest’ultimo conduce da tempo una doppia vita, e in seguito alla sua morte, si entra nel vivo del dramma. Rimasta vedova inizia il suo percorso di rinascita.

Laura fa parte della categoria di donne che riesce a trasformare la propria vita in qualcosa di più bello, proprio quando tutte le certezze appaiono ormai perdute, non si arrende ma continua ad andare avanti. Tanta la sua forza che la porterà a rimettersi in piedi, darà vita infatti ad un’impresa di cibo da strada insieme ad alcune amiche.

“È una donna molto ruvida in cui non c’è traccia di buonismo, anche se a suo modo è buona. Una mamma apparentemente anaffettiva che ai figli insegna a cavarsela da soli. Quando perde tutto, il marito ma anche il lavoro, decide di rimboccarsi le maniche e ricominciare da capo. Quello che saranno costretti a fare in molti, travolti dallo tsunami della pandemia da Covid-19. Una tragedia “democratica”, perché può colpire tutti, ricchi o poveri, potenti o umili, nessuno escluso”. Queste le parole dell’attrice a Tv Sorrisi e Canzoni.

Il regista in un’intervista fatta da Ansa dice: “Il tema di questa serie è il cambiamento, in particolare la possibilità che ognuno di noi dovrebbe darsi quando la vita ti spiazza o ti fa male e ti mette davanti a qualcosa che non avevi previsto. La possibilità di prendere un evento doloroso, o una novità spiazzante, come un’opportunità per rivedere la propria esistenza e magari capire come mettersi in gioco. Mi sono ispirato al personaggio di Filumena Marturano. Donne dal carattere forte che non hanno paura di mostrare le loro fragilità anche a costo di mettere a repentaglio la propria condizione”.

La nostra splendida città ancora una volta farà da sfondo ad un’avvincente fiction, in un momento difficile come quello che stiamo attraversando, avremo un motivo in più per apprezzarla nuovamente.

Potrebbe anche interessarti