Bonus di soggiorno per le vacanze estive nei piccoli comuni: l’idea viene dal Cilento

Un bonus di soggiorno a tutte le persone che sceglieranno come meta estiva per le vacanze un comune con pochissimi abitanti. Come riportato da La Repubblica, questa è la splendida idea del sindaco di un piccolo comune nel Parco nazionale del Cilento.

Valle dell’Angelo questo il suo nome, il cui sindaco Salvatore Iannuzzi ha deciso di rilanciarlo promuovendo questa conveniente iniziativa. Queste le sue parole: “Vogliamo mantenere in vita il nostro paese farlo conoscere ai turisti e sostenere concretamente gli imprenditori locali. In buona sostanza come amministrazione abbiamo elaborato un progetto che prevede, in antitesi alla tassa di soggiorno praticata in altre realtà del Paese, il premio di soggiorno. Tutti coloro che vorranno soggiornare a Valle dell’Angelo riceveranno un bonus economico spendibile unica-mente negli esercizi commerciali insistenti sul territorio comunale”.

Questo comune che conta ben 120 persone potrà accogliere chiunque vorrà deliziarsi la vista e il cuore ammirando i suoi splendidi paesaggi. Il bonus sarà possibile averlo contattando gli uffici dell’ente che, dopo aver accettato uno specifico disciplinare di ospitalità, provvederanno subito ad emetterlo.

Ovviamente, considerando che timidamente stiamo uscendo da una tremenda emergenza, saranno garantiti gli ingressi nel massimo della sicurezza. Tutti coloro che metteranno piede nel piccolo paesino saranno sottoposti a tutti i controlli necessari, attraverso uno screening sanitario. Proprio a questo proposito il sindaco ci tiene a precisare che “l’iniziativa avrà luogo solo quando l’epidemia resti sotto controllo”.

Questa idea parte dal presupposto di voler ridare vita ad uno splendido posto o dimenticato o addirittura ignorato, infatti non tutti lo conoscono, ed è un vero peccato. L’idea è subito stata appoggiata da alcuni imprenditori locali, in particolare il titolare del ristorante “La piazzetta”, Angelo Coccaro, dice : “Siamo pronti ad accogliere e a coccolare i turisti. Qui non bisogna salvare solo le piccole aziende, bisogna salvare il paese dallo spopolamento”.

Il sindaco le ha pensate proprio tutte, è il caso di dirlo. La sua intenzione è anche quella di attrezzare una spiaggia fluviale utilizzata per la balneazione fino agli anni ’90 collocata a 620 metri di altitudine. Una meraviglia non c’è che dire, fare il bagno nelle acque del fiume non è cosa che capita tutti i giorni!

Potrebbe anche interessarti