Napoli, ritorno alla normalità: riprendono i lavori per l’abbattimento della Vela e per la metropolitana

lavori vela

20 febbraio-11 maggio. Quasi tre mesi dopo, ripartono i lavori per l’abbattimento della Vela A di Scampia, meglio conosciuta come Vela Verde. A comunicarlo è l’Assessorato all’Urbanistica e ai Beni Comuni di Napoli che pubblica un video dei lavori finalmente ripartiti.

Un filmato di 30 secondi che mostra la famosa ‘pinza’ in azione. La maxi gru Pmi tipo 980 super long demolition che pesa 130 tonnellate e può arrivare fino a 52 metri di altezza, ha il compito di far venire giù la vela. I lavori doveva durare una quarantina di giorni ma tutto si è fermato a causa dell’emergenza coronavirus. La Vela A è alta 45 metri per 50mila metri cubi da demolire e 1.800 i mq di area coperta. E’ la prima che sarà abbattuta, poi come prevede il progetto “Re-Start Scampia” si provvederà anche all’abbattimento della Vela C e D e alla rigenerazione della Vela B.

Ma non è l’unico cantiere della città di Napoli che ha riaperto. Sono ripartiti infatti anche i lavori per la metropolitana Linea 6 (in Piazza del Plebiscito), quella di Chiaia e il cantiere di Piazza Municipio.

Oltre ai lavori per l’abbattimento della Vela, riaprono anche i cantieri per il Progetto Centro Storico Unesco con i lavori di restauro della Chiesa di San Pietro a Majella. Come mostrano le immagini dei dettagli della capriata lignea della navata centrale.

E già si registra un po’ di traffico.

Potrebbe anche interessarti