Riapre la stazione Tav di Afragola, controlli sui 230 passeggeri: due con febbre. Ieri 556 rientri

controlli afragola

Con l’allentamento di alcune misure restrittive, in Regione Campania sono consentiti gli spostamenti senza autocertificazione nell’intero territorio. Per chi viene da fuori con mezzi privati, resta sempre l’obbligo di auto-segnalarsi e di isolamento domiciliare per 14 giorni. Chi invece viaggia sui treni è controllato direttamente in stazione.

Oggi ha aperto, dopo due mesi, la stazione dei treni per l’Alta Velocità di Afragola (in provincia di Napoli). Anche qui ci sono stati i controlli sui viaggiatori eseguiti dall’Asl Napoli 2 Nord. Questi i risultati:

“Sono partiti oggi i controlli sui passeggeri in arrivo alla stazione di Napoli Afragola da parte dei sanitari dell’Asl Napoli 2 Nord. Oggi, infatti, è il primo giorno in cui allo scalo ferroviario napoletano hanno ricominciato a fermarsi i treni ad Alta Velocità. Come previsto dall’Ordinanza della Regione Campania, a tutti i 230 passeggeri arrivati nella giornata di oggi è stata misurata la temperatura corporea. Due tra essi, avendo una febbre superiore a 37.5°, sono stati sottoposti al test rapido che ha dato esito negativo. Qualora fossero risultati positivi al test rapido, l’equipe medica dell’ASL Napoli 2 Nord avrebbe effettuato l’esame del tampone immediatamente, in un ambiente appositamente dedicato”.

Continuano i controlli anche sul resto del territorio, presso le stazioni ferroviarie della Campania, nei posti di sorveglianza ai caselli autostradali, all’aeroporto di Capodichino e in alcuni luoghi nevralgici del territorio come i terminal bus. La Regione Campania ha fatto sapere che nella giornata di ieri:

“Sono stati registrati 556 viaggiatori provenienti da fuori regione. Il numero include anche anche le registrazioni di rientri con auto a noleggio (26). Tutte le persone controllate presso le stazioni, l’aeroporto, ai caselli autostradali e negli altri punti del territorio sono state sottoposte a misurazione della temperatura. 2 viaggiatori hanno manifestato una temperatura pari o superiore a 37.5°C. Sulla base delle valutazioni mediche, fatte dal personale sanitario al momento dei controlli, le Asl hanno sottoposto a test rapido ed eventualmente a tampone naso-faringeo, alcune persone. In particolare, 64 viaggiatori sono stati sottoposti a test rapido, 3 sono risultati positivi (2 alla barriera autostradale di Napoli Nord e uno al casello di Caserta Nord) e sono stati sottoposti a tampone, in attesa di riscontro.

Complessivamente, i rientri registrati dal 4 maggio ad oggi sono 24.100, 205 le persone con febbre, 4.354 i test rapidi eseguiti di cui 134 risultati positivi. I tamponi effettuati sono stati 158. Nella giornata odierna sono state registrate altre 53 dichiarazioni alle Asl relative ai rientri. Dal 4 maggio ad oggi, il numero delle comunicazioni alle Asl è di 2.263 dichiarazioni. Sempre nella giornata odierna, in attuazione dell’ordinanza n.46 del Presidente della Giunta regionale, Vincenzo De Luca, sono stati effettuati controlli agli imbarchi per le isole. All’imbarco di Sorrento, sono stati registrati 30 viaggiatori diretti a Capri​, nessuno con febbre. All’imbarco di Calata Massa, sono stati registrati 15 viaggiatori: sottoposti a controllo (temperatura e test rapido), nessuno ha manifestato febbre e tutti negativi al test rapido. All’imbarco di Pozzuoli sono stati registrati 96 passeggeri. Sottoposti a controllo della temperatura, nessuno aveva febbre. Tutti i viaggiatori provenienti da fuori Campania, inclusi quelli con auto a noleggio, sono stati posti in isolamento domiciliare, con le modalità previste dall’Ordinanza n.41″. 

Potrebbe anche interessarti