Coronavirus, Cardarelli: due medici, un infermiere e due pazienti contagiati nelle ultime ore

Farmacia del Cardarelli derubataIl Coronavirus al Cardarelli di Napoli continua a dare segnali preoccupanti. Nelle ultime settimane, infatti, si sono registrati ben 12 casi di Covid-19. Dato certamente da non sottovalutare, considerata la fase di un parziale ritorno alla normalità. Nelle ultime ore, il contagio ha interessato due medici, un infermiere e due pazienti.

I nuovi contagi si sono registrati all’interno dell’Emodinamica e dell’Utic (Terapia intensiva coronarica) diretta da Ciro Mauro. Proprio lì, tre giorni fa, era scattato l’allarme per un paziente sospetto ma risultato negativo al test.

Il pericolo sembrava scampato, eppure nella giornata di ieri è giunta notizia di un altro caso sospetto, stavolta confermato dal test. Si tratta di un degente cardiopatico, precedentemente ricoverato al San Paolo, poi trasferito al Cardarelli di Napoli dopo aver esser risultato negativo al Coronavirus.

LEGGI ANCHE
Carla, donna bruciata viva dal marito, è in pericolo di vita

Tuttavia, i medici avevano qualche perplessità, legata al suo continuo stato di affanno, per cui è stato trasferito in Pneumologia. Lì non è stata validata l’ipotesi di Covid. Il paziente è stato curato e trasferito nuovamente in Emodinamica.

Purtroppo dopo poco ha sviluppato un’altra polmonite. Ha ripetuto la Tac ed il tampone che stavolta è risultato positivo. Di qui il trasferimento in terapia intensiva.

Una spiegazione su quanto accaduto è arrivata da uno specialista che, stando a quanto riportato da LaRepubblica, ha dichiarato: “In un primo momento si trattava di semplice polmonite batterica. Dopo la terapia e la guarigione è tornato in Emodinamica. Nel frattempo, evidentemente in corsia, è stato contagiato da Covid-19. 

“Ormai qui, in vari reparti, il Coronavirus è di casa quindi non è improbabile che avvenga il contagio. La ragione è sempre la stessa: l’illogica distribuzione dei dispositivi di protezione.”

Anche “Medicina 2” del Padiglione B, rappresenta un mini focolaio. Alla base ci sarebbe una sanificazione finora portata avanti a singhiozzo.

LEGGI ANCHE
Vanno al bar a fare colazione e i malati aspettano: sospeso personale sulle ambulanze

Potrebbe anche interessarti