Dalla Campania 7 milioni per la ricerca contro il covid-19. Ascierto: “Il Tocilizumab è una certezza, il vaccino pronto a giugno 2021”

ascierto campania

“Campania sicura e verso la normalità”. Sono questi gli slogan scelti dal governatore Vincenzo De Luca per la fase 2 che riguarda la nostra Regione. Ma la lotta al coronavirus passa anche attraverso la ricerca e Napoli rappresenta un’eccellenza in questo campo.

Come comunicato dall’Aifa, il farmaco anti-artrite (Tocilizumab), sperimentato al Pascale, sta dando buoni risultati e sono in corso anche ricerche su un possibile vaccino. Ad autunno partirà la sperimentazione sull’uomo e, se tuto andrà bene, il vaccino sarà pronto per giugno del prossimo anno. A dirlo è lo stesso Paolo Ascierto nel corso della conferenza stampa di ieri tenutasi in Regione Campania.

De Luca ha anche anche annunciato che finanzierà la lotta al covid-19 con sette milioni di euro.

“Abbiamo promosso col Distretto Aerospaziale Campano un progetto grazie a cui oggi in Campania si possono produrre in totale autonomia i ventilatori polmonari. La terapia a base di Tocilizumab, sperimentata dal prof. Ascierto al Pascale, in coordinamento con l’Ospedale Cotugno, ha superato il primo esame dell’Agenzia italiana del farmaco. Risultati incoraggianti anche all’avvio del percorso che porterà ai test per il vaccino. Al Tigem, diretto dal prof Ballabio, si sperimentano nuove terapie avanzate nella lotta al COVID-19”. 

E ancora:

“Il Dott. Paolo Antonio Ascierto – Oncologo e ricercatore italiano ci spiega e come e perché la terapia a base di Tocilizumab funziona. Un protocollo sperimentale attivato in tempi record grazie allo sforzo congiunto del Pascale e dell’Ospedale Monaldi-Cotugno. Superato il primo step dell’Agenzia Italiana del Farmaco, oggi abbiamo un’arma in più contro il COVID-19.
Grazie a questa esperienza, si sono gettate le basi anche per la sperimentazione, che partirà in autunno, di un vaccino. Avremo i risultati entro giugno dell’anno prossimo. Davvero una grande prova di efficienza e di eccellenza della sanità campana. Nel frattempo, ricordiamo: la battaglia contro il COVID-19 non è ancora vinta. L’arma più efficace resta sempre la prevenzione. Poche, ma efficaci, le regole da seguire: uso della mascherina, lavare spesso la mani e distanziamento sociale”. 

Grande soddisfazione è espressa da Paolo Ascierto:

“Durante la conferenza stampa con il Presidente Vincenzo De Luca e Andrea Ballabio, direttore dell’Istituto Telethon, abbiamo annunciato lo stanziamento di 7 milioni di euro per sostenere la ricerca scientifica in Campania e tentare di sconfiggere il coronavirus. Una grande notizia per la nostra Regione e per tutto il Paese”.

Nel corso della conferenza in Regione Campania, Ascierto ha spiegato come è venuta l’idea dell’uso del farmaco anti-artrite:

“Noi ci occupiamo di tumori ma studiamo il sistema immunitario importante per le infezioni virali e ci occupiamo degli effetti collaterali. Il nostro farmaco funziona e lo dice la sperimentazione clinica. E’ una certezza anche se l’Aifa c’è andata cauta. Abbiamo disegnato lo studio in dieci giorni e grazie allo sforzo fatto abbiamo iniziato la sperimentazione il 19 marzo senza il famoso braccio di controllo. Il tasso di mortalità a un mese conferma più di un dieci per cento in meno di decessi. In 20 ore fatto a 320 pazienti che erano quelli in condizioni più gravi. Lo dobbiamo utilizzare prima che il paziente è intubato ma funziona sulla complicanza non direttamente sul virus e stiamo cercando di sviluppare un vaccino pronto probabilmente a giugno”.

 

Potrebbe anche interessarti