Salvini a Napoli omaggia Apicella: preghiera e fiori in ricordo del poliziotto

salvini apicella

Matteo Salvini oggi è in Campania. Nel suo programma giornaliero ha fatto visita al luogo dove ha perso la vita Pasquale Apicella, il poliziotto morto in servizio a Calata Capodichino in un incidente contro l’auto dei ladri. Mani incrociate in preghiera e una corona di fiori sono stati lasciati dall’ex ministro degli interni che ha postato le foto sui suoi profili social. Una toccata e fuga data la pioggia battente. Ma alcune persone hanno voluto manifestare la loro contrarietà a questo gesto, ritenuto uno strumentalizzazione politica.

Non è la prima volta che Salvini si mostra vicino ai poliziotti uccisi soprattutto se hanno perso la vita per colpa di persone non italiane, in questo caso rom. Queste le sue parole:

“Sono venuto qui a Napoli a portare un fiore e un pensiero commosso a Pasquale Apicella, agente della Polizia di Stato ma anche marito e papà di due splendidi bimbi che non potrà vedere crescere. Spero che ai maledetti infami rapinatori che lo hanno ucciso venga fatto pagare TUTTO, senza sconti”. 

Dopo le polemiche dei giorni scorsi relativi alla manifestazione di Roma, il leader della Lega si è fatto trovare con la mascherina. Da sempre molto attento a mostrare la giusta immagine, è stato fotografato sotto la pioggia e senza ombrello. Un momento reso ancora più toccante dal suo gesto di preghiera. Ma i pochi presenti non credono nel gesto di Salvini accusandolo di strumentalizzare una tragedia. Anche la vedova di Apicella si era mostrata perplessa, in un’intervista aveva dichiarato:

“Apprezzo l’interesse da parte delle istituzioni nei confronti di mio marito, mi auguro che la nostra tragedia abbia suscitato sentimenti sinceri senza altri fini. Penso di si, non voglio che il nostro dramma venga strumentalizzato”. 

 

Potrebbe anche interessarti