De Luca apre le discoteche ma vietato ballare: solo attività di ristorazione

Nel suo aggiornamento settimanale sull’emergenza coronavirus, De Luca comunica una novità importante sulla riapertura delle discoteche: potranno sì aprire, ma non per attività di ballo.

Dopo aver fatto il punto sulla situazione in Campania, che appare ampiamente sotto controllo, De Luca afferma: “In queste condizioni noi ci avviamo verso nuove aperture delle attività economiche. Questo fine settimana decideremo per l’apertura delle sale scommesse, ovviamente con le norme di sicurezza interne.

Credo che apriremo anche le discoteche, ma per quanto riguarda le attività di ristorazione e intrattenimento bar, non di ballo. Apriamo anche le attività di spettacoli all’aperto, con modifiche alla normativa nazionale: consentiremo anche più di 1000 spettatori.

Per quanto riguarda i luoghi chiusi avremo una gradazione a seconda delle dimensioni del teatro e del numero di posti che questo può ospitare. L’ordinanza che sta preparando la task force regionale ha questo obiettivo. A luglio possono partire i congressi ma vanno preparati in condizioni di sicurezza. Si potranno tenere non dal 14 luglio, come prevede il Governo, ma dal 1 luglio in Campania”.

Per quanto riguarda il FAI, De Luca ribadisce che le visite turistiche sono già consentite in Campania. Infine, il presidente della Regione anticipa che seguirà personalmente alcune vicende legate alla situazione economica e lavorativa della Campania, come il caso Whirlpool e i licenziamenti alla Jabil.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più