Napoli, mangia mozzarella e rischia di soffocare: 47enne salvato dal personale del 118

mozzarella ambulanza
Un uomo di 47 anni che stava soffocando dopo aver mangiato una mozzarella è stato salvato da un medico, un infermiere e un autista di un’ambulanza. Un esempio di efficienza e tempestività che ha consentito al personale del 118 di effettuare la manovra di heimlich. In questi giorni sono tanti gli episodi di cronaca che hanno visto la pagina Facebook Nessuno Tocchi Ipprocrate’ denunciare aggressioni ai danni del personale medico campano. Gli ultimi raccontano di morsi a medici e infermieri, devastazioni di ospedali e pronto soccorso. L’associazione è da sempre in prima fila nel tutelare chi con il proprio mestiere salva la vita delle persone.

Oggi attraverso il profilo social arriva questa storia a lieto fine che arriva da Napoli. Una storia che racconta di un intervento tempestivo dell’ambulanza che consente a un 47enne che stava soffocando con della mozzarella di tornare a respirare.

“E ci sono anche le belle notizie. Chiamata dalla centrale operativa per codice Rosso, 47 enne incosciente.
L’ambulanza parte da via Chiatamone e raggiunge Piazza Nazionale (target) in 11 minuti. Il Medico si accorge della gravità della situazione e comincia a praticare la manovra di heimlich alternandosi con l’autista e con l’infermiere. Saturazione a 38. Improvvisamente il paziente sputa due pezzi di mozzarella e torna a 97 di saturazione. Portato in codice rosso all’Ospedale Pellegrini. Fuori pericolo. Complimenti all’equipaggio ALS:
Dott. Carlo Saggiomo
Inf. Nicola Mauriello
Aut/socc. Davide Barbi”. 

La manovra di Heimlich, come mostrato nella foto, è una tecnica di primo soccorso che serve a rimuovere un’ostruzione delle vie aeree. E’ una tecnica usata nelle urgenze per risolvere in modo rapido molti casi di soffocamento. Essa prende il nome dal medico statunitense Henry Heimlich che per primo la descrisse nel 1974.

Potrebbe anche interessarti