Coppa Italia Napoli-Juve, il c.t. Mancini: “Mertens può far male. Insigne l’anima del Napoli”

Stasera finale di Coppa Italia tra Napoli e Juve. La Coppa Italia è arrivata all’atto conclusivo – partita in diretta alle 21 su Rai 1 – stasera scopriremo chi avrà la meglio tra Napoli e Juve. Sfida storica, ricca di emozioni, che in passato ci ha già regalato tanto spettacolo.

In un’intervista rilasciata a La Gazzetta dello Sport, il mago della Coppa Italia il c.t. della nazionale di calcio Roberto Mancini – ha vinto 6 coppe da calciatore 4 da allenatore, istituendo un primato – ha parlato della sfida di stasera.

Questa partita assegnerà il primo trofeo dopo la pandemia, l’Olimpico riapre anche se è vuoto: è un segnale in più della vita che lentamente ritrova la sua normalità. Dopo una lunga inattività serviranno almeno 5-6 partite per recuperare il vero calcio. Mi aspetto una partita equilibrata, e non solo perché le finali sono particolari, ma anche perché il Napoli è molto più forte di quanto dica la classifica in Serie A. Chi riduce Gattuso a un motivatore sbaglia, ha accumulato esperienza e conoscenza e al Milan ha fatto bene. Mertens può creare problemi, Insigne è l’anima del Napoli“.

Poi il commissario tecnico passa ad un giudizio sui bianconeri di Maurizio Sarri: “Prendere una squadra che vince tanto e tenerla in testa non è facile. Le sue idee cominciano a vedersi e la squadra lo segue. Cristiano Ronaldo mi piace più largo a sinistra perché ha più spazio per tirare, ma alla fine fuoriclasse come lui trovano sempre la posizione giusta“.

Potrebbe anche interessarti