Festeggiamenti a Napoli, l’epidemiologo: “Molto probabile non ci fossero portatori di virus”

Napoli – festeggiamenti Coppa Italia. L’argomento sulla bocca di tutti in queste ultime ora sono i festeggiamenti avvenuti a Napoli dopo la vittoria dell Coppa Italia, con conseguenti assembramenti.

C’è chi ha criticato la città e chi come De Luca e De Magistris l’ha difesa. L’ Oms ha definito i tifosi del Napoli “sciagurati” per i propri comportamenti. Invece l’epidemiologo Pier Luigi Lopalco, ospite in diretta ad Agorà, ha cercato di minimizzare la cosa poiché la Campania è a contagio zero da qualche giorno.

L’evenienza che non ci fosse un portatore di virus è molto probabile perché in questo momento a Napoli la circolazione del virus è molto bassa. Però – ha aggiunto Lopalco – parliamo di probabilità. E’ vero che la probabilità è bassa ma è anche vero che ci sono delle regole da rispettare. Io spero, da uomo di sanità pubblica, che non sia successo niente ma se lì in mezzo ci fosse stato un portatore, un positivo, adesso i colleghi dell’igiene pubblica di Napoli si troverebbero in una condizione terrificante, di dover fare il contact tracing a migliaia di persone. Se uno di quelli risultasse positivo, avete idea di quanti tamponi bisognerebbe fare? Sarebbe un incubo“.

Potrebbe anche interessarti