Torna ‘Reazione a Catena’, prodotto e registrato a Napoli: pubblico virtuale e cambio di scenografia per le regole anti covid

reazione catena

Da stasera torna l’appuntamento con ‘Reazione a catena’, il gioco dell’estate targato Rai 1. Per il secondo anno consecutivo, Marco Liorni sarà il conduttore. La trasmissione è registrata negli studi Rai di Napoli di Viale Marconi seguendo tutte le procedure e le regole anti-contagio covid.

Come comunicato sul sito:

“Il gioco conferma nell’associazione logica di parole la sua formula vincente. Mette alla prova l’intuito, la prontezza e la padronanza della lingua italiana dei concorrenti in studio e dei telespettatori proponendo ogni stagione più di settemila diverse associazioni di parole. Oltre alla trasmissione televisiva, in onda su Rai1 tutti i giorni dal 29 giugno al 27 settembre alle 18.45, si potrà giocare con le parole e le associazioni anche su carta con la rivista settimanale. “Reazione a Catena” è un gioco che permette di scoprire o riscoprire alcune curiosità sulla lingua italiana. Chi vuole partecipare come concorrente può visitare i siti www.rai.it/raicasting e www.reazioneacatena.rai.it.
Prodotto nel Centro di Produzione Rai di Napoli, “Reazione a Catena” è un programma di Tonino Quinti, Francesco Ricchi, Stefano Santucci, scritto con Simona Forlini, Christian Monaco, Ivo Pagliarulo, e con Giancarlo Antonini, Paolo Fichera, Francesco Lancia, Alessandra Pagliacci, Alessandro Venditti. Basato su un formato concesso in licenza da Sony Pictures Television – prodotto in collaborazione con Sony Pictures Television. Scenografia Flaminia Suri, produttore esecutivo Nadia Fede, regia di Claudia De Toma”. 

Il conduttore, dalle pagine di ‘SorrisiTv’, annuncia alcune importanti novità. Non ci sarà il pubblico in carne e ossa ma uno virtuale con un grande schermo che metterà in collegamento i fan da casa. La scenografia è stata modificata per consentire una distanza tra i concorrenti di un metro. Le postazioni infatti prevedono una sorta di triangolo, con il capitano davanti e gli altri due leggermente più indietro che comunicano attraverso degli auricolari.

Il Centro di Produzione Rai è da poco tornato attivo. Sono infatti iniziate anche le risprese di ‘Un Posto al Sole’.

Potrebbe anche interessarti