Controlli anti-Covid, chiuse due case di riposo a Napoli e Salerno: sporche e abusive

Nell’ultima serie di operazioni eseguite dai Nas nelle case di riposo, sono state chiuse 2 strutture per anziani perché abusive, sporche o ritenute poco idonee, con conseguenti sanzioni e denunce.

Tali operazioni sono state eseguite a Napoli, Salerno, Campobasso, Trapani e Palermo e alcune di queste indagini sono state condotte nell’ambito dei controlli sul rispetto delle norme anti Covid-19, proprio perchè, ricordiamo, alcuni mesi fa, scoppiò un focolaio in una casa di riposo nel quartiere di Fuorigrotta, in cui sarebbero morti 3 anziani mentre 23 ospiti sarebbero risultati positivi al Coronavirus. Dunque tali controlli sono necessari, al fine di evitare che possano scoppiare nuovi focolai, specialmente nelle case di riposo occupate da anziani, che sono i soggetti maggiormente a rischio contagio.

In particolare, il Nas di Napoli ha ispezionato un albergo adibito a casa di riposo per persone con più di 65 anni, autonome e semiautonome e ha riscontrato gravi criticità igienico-sanitarie e strutturali, tali da chiedere la cessazione dell’attività. La struttura è stata immediatamente chiusa e al legale responsabile sono state contestate sanzioni amministrative per 5.000 euro.

Un’altra struttura è stata invece chiusa in costiera amalfitana. I militari del Nas di Salerno hanno scoperto che tale casa di riposo per anziani, era priva delle dovute autorizzazioni. In seguito dunque, l’Autorità Sanitaria ne ha disposto chiusura e la ricollocazione in una struttura idonea.

Potrebbe anche interessarti