Pozzuoli, sparano fuochi d’artificio vicino all’Ospedale per festeggiare una nascita e incendiano tutto. Aperta un’inchiesta

fuochi incendio

E’ stata aperta un’inchiesta per quanto accaduto ieri sera a Pozzuoli nell’area verde antistante l’Ospedale “Santa Maria delle Grazie”, uno dei punti di riferimento durante l’emergenza coronavirus. Secondo alcuni testimoni, un gruppo di persone avrebbe accesso dei fuochi d’artificio per festeggiare una nascita. Ma qualcosa è andato storto e i fuochi hanno provocato un vasto incendio che è stato spento solo con difficoltà dai Vigili del Fuoco.

Come reso noto dall’Ansa, la polizia municipale di Pozzuoli sta indagando per accertare la modalità dello scoppio dell’incendio che ha interessato l’area verde circostante il parcheggio e la stessa struttura ospedaliera. Si cerca, attraverso le varie testimonianze dei presenti, di individuare gli eventuali responsabili. A causa del forte vento di ieri (in Campania era stata diramata l’allerta meteo di colore gialla), le fiamme si sono propagate velocemente ed è stato necessario l’intervento di ben quattro autobotti dei Vigili del Fuoco per spegnere l’incendio. Le fiamme che hanno preso subito sulla folta sterpaglia, hanno reso l’aria irrespirabile e si è temuto di dover evacuare l’Ospedale. Nell’incendio causato dai fuochi d’artificio inoltre si è registrato lo scoppio del serbatoio idrico a servizio dell’eliporto della struttura sanitaria. Dopo due ore la situazione è tornata alla normalità. L’accensione dei fuochi d’artificio è stata proibita in quella zona ma qualcuno ha pensato bene di aggirare il divieto causando un danno alla struttura ospedaliera.

Come scritto all’interno di un gruppo Facebook ‘Sei di Pozzuoli se…’ da Elettragiulia Contradas:

“Dedico queste foto all’imbecille che si è messo a sparare i fuochi d’artificio all’interno del parcheggio dell’ospedale Santa Maria delle Grazie…. idiota hai visto cosa hai combinato?”. 

 

 

Potrebbe anche interessarti