La Regione Campania a sostegno del turismo: arriva un bonus fino a 7 mila euro per le imprese

campania turismo

Venerdì in conferenza stampa il governatore della Campania Vincenzo De Luca aveva annunciato una serie di misure rivolte al turismo. Uno dei settori più in crisi durante il lockdown che lentamente si sta riprendendo ma che vede penalizzate le città d’arte attrattiva principale dei turisti stranieri. Va invece meglio alle località di mare come il Cilento che vedono una folta presenza di italiani e campani.

Questo il bando pubblicato dalla Regione Campania a sostegno del turismo:

“La Direzione Generale per le politiche culturali e il turismo della Regione Campania ha approvato l’Avviso finalizzato a sostenere le imprese del comparto turistico con sede operativa nel territorio regionale colpite dall’attuale crisi economico-finanziaria causata dall’emergenza sanitaria “COVID-19”, mediante la concessione di un bonus una tantum a fondo perduto il cui importo varia, per quanto riguarda le attività ricettive, in ragione della classificazione della struttura.

L’ammontare delle risorse destinate al finanziamento previste dall’Avviso è pari a € 23.867.000,00, di cui €.19.598.498,56 provenienti dai rientri dello strumento finanziario “Jeremie” della programmazione 2007/2013, e €.4.268.501,44 a valere sull’Asse III del Programma Operativo Regionale Campania FESR 2014-2020.

Possono presentare la domanda del bonus una tantum le micro, le piccole e le medie imprese (MPMI) che, alla data del 31 dicembre 2019, risultino attive e abbiano sede operativa nella Regione Campania e che risultino iscritte nelle pertinenti sezioni del Registro delle Imprese istituito presso la CCIAA territorialmente competente secondo la tipologia di attività e relativo codice ATECO indicato nel prospetto allegato all’Avviso che ricomprende le seguenti categorie:

a) alberghi e strutture simili
b) villaggi turistici
c) aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte
d) alloggi per vacanze e altre strutture per brevi soggiorni
e) agenzie di viaggio e tour operator
f) guide e accompagnatori turistici
g) altri servizi di prenotazione e altre attività di assistenza turistica non svolte dalle agenzie di viaggio
h) gestione di stabilimenti balneari: marittimi, lacuali e fluviali
i)luminarie – pirotecnici – parchi divertimento
j) attività fotografiche.

Per la tipologia “Casa religiosa di ospitalità” possono partecipare anche gli enti ecclesiastici regolarmente iscritti al R.E.A. con sede operativa attiva nella Regione Campania. Pena l’esclusione, le domande di agevolazione dovranno essere compilate on line, accedendo, previa registrazione, al sito conilturismo.regione.campania.it e inviate mediante procedura telematica. Sarà possibile presentare domanda fino alle ore 24 del 31 luglio 2020.

All’indirizzo conilturismo.regione.campania.it sarà possibile iniziare la registrazione nel sistema e la successiva compilazione della prescritta modulistica, allegata all’avviso pubblicato sul BURC speciale n. 143 del 14 luglio 2020″. 

Il bonus va dai 2 mila euro per gli hotel a una stella fino ai 7 mila per quelli a 5 stelle.

Potrebbe anche interessarti