Napoli, esce dal carcere da una settimana e ruba cellulare: preso 25enne con divieto di soggiorno in Italia

carcere cellulare

NAPOLI – Dopo essere stato scarcerato appena una settimana fa, un algerino di 25 anni ha deciso di delinquere un’altra volta. Vittima un ragazzino di appena 12 anni a cui è stato sottratto con forza il cellulare. Ma la rapina non è finita bene per l’uomo che è stato inseguito e catturato dalla Polizia del commissariato Vicaria-Mercato.

L’episodio è avvenuto ieri pomeriggio a Napoli. Un algerino pregiudicato, uscito di carcere appena lo scorso 17 luglio, irregolare sul territorio nazionale e con divieto di soggiorno è finito nuovamente in manette. L’uomo infatti aveva rubato uno smartphone a un 12enne. Il ragazzino era nel negozio della madre quando l’algerino è entrato e ha sottratto il cellulare scappando via. Il 12enne ha quindi cercato di inseguire l’algerino per recuperare lo smartphone.

Le urla hanno attirato l’attenzione dei poliziotti che si sono accorti della rapina. Oussama Refas, di 25 anni, è stato così bloccato dalle forze dell’ordine nei pressi di Porta Nolana ma ha cercato in tutti i modi di divincolarsi. I poliziotti nella tasca destra dei suoi bermuda hawaiani hanno trovato un telefono di cui l’uomo non conosceva il pin per sbloccarlo. Il 12enne invece sì, e ha spiegato l’accaduto agli agenti e denunciato l’uomo per il furto del cellulare.

Refas è stato portato in commissariato ma lì, un’altra sua vittima, che era negli uffici per denunciare la rapina del cellulare avvenuta poche ore prima, l’ha riconosciuto. Due rapine quindi in poche ore, nonostante i precedenti. Il fermo è stato disposto dal pm Liana Esposito.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più