Scudetto Juve, nessun assembramento: la stampa elogia i tifosi e infanga i napoletani

Scudetto Juve. Una festa sottotono come l’hanno definita quella dei tifosi juventini a Torino. Per il nono scudetto consecutivo pochi caroselli, nessuna bancarella e pochi supporters per le strade nel pieno rispetto delle norme anti-covid. Almeno questo è quello che fanno notare i giornali nazionali stamattina.

Un elogio al comportamento dei tifosi a Torino che hanno “ubbidito” all’appello della società bianconera che ha chiesto di rimanere a casa e di non festeggiare in piazza: “Bianconeri, ci siamo quasi! Siete pronti a festeggiare? 😃Però fatelo… a casa! 🏡 Rispettiamo le disposizioni per evitare la diffusione del #Covid19: non creiamo assembramenti nelle piazze, celebriamo lo Scudetto #DistantiMaUniti! 💪 Contiamo su di voi!“.

Una trentina di tifosi juventini in piazza San Carlo con qualche bandiera e qualche carosello per le strade. Nulla di più. Questo per la stampa nazionale. I giornali locali invece non perdono occasione per infangare Napoli e paragonare la festa sobria di Torino a quella dei napoletani per la Coppa Italia.

Come “Tutto Juve” che ha titolato: Torino non è Napoli, i tifosi bianconeri rispettano le norme anti-covid e rinunciano alla festa“.

Ma come ricorda anche Angelo Forgione nel suo post su Facebook, anche per gli scudetti precedenti piazza San Carlo era incredibilmente vuota. Il video del 2019 che lo documenta.

Del resto è cosa ben nota che la città di Torino è a maggioranza granata, pochi infatti sono i tifosi bianconeri. E mentre la stampa fa i complimenti agli juventini non perde occasione per infangare i napoletani “incivili”.

Potrebbe anche interessarti