Coronavirus, Ministro della Salute: “Mi piacerebbe dire che è tutto finito, ma direi una cosa non vera”

Coronavirus ospedaleIl Ministro della Salute, Roberto Speranza, ha esortato la cittadinanza al rispetto delle regole. L’emergenza sanitaria, infatti, non è terminata per cui risulta necessario adottare comportamenti responsabili.

Come di consueto, Speranza si è rivolto al popolo italiano postando un aggiornamento sulla sua pagina Facebook. Da quest’ultimo si legge: “Siamo fuori dalla tempesta, ma non ancora in un porto sicuro. I mesi più difficili sono alle spalle, ma il virus purtroppo continua a circolare.”

“Mi piacerebbe dire che è tutto finito, ma direi una cosa non vera. Per questo è essenziale rispettare le tre regole fondamentali rimaste: uso delle mascherine, distanziamento di almeno un metro e lavaggio frequente delle mani” – conclude.

Del resto, già pochi giorni fa, il Ministro della Salute, Roberto Speranza, aveva allertato la popolazione sul nuovo record di contagi a livello mondiale. Aveva annunciato che l’Italia è nel pieno della battaglia, ripetendo ancora una volta l’importanza del rispetto delle regole.

I dati dei contagi, a livello mondiale, preoccupano non solo Speranza ma molti altri esponenti dell’ambito sanitario. Tra questi il direttore dell’Oms che, di recente, ha espresso le sue preoccupazioni riguardo l’avanzata del Coronavirus, definendola l’emergenza sanitaria internazionale più grave in assoluto.

Ciò ha richiesto l’introduzione di controlli rigorosi e l’emanazione di ordinanze proiettate al rispetto delle regole, come successo per la Regione Campania. Tra queste, l’obbligo di indossare i dispositivi di protezione, come ribadito più volte dal Ministro Speranza.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più