Morte di Mario Paciolla, Di Maio: “Bisogna giungere rapidamente alla piena verità”

Verità e giustizia per la morte di Mario Paciolla il volontario dell’Onu napoletano trovato morto nel suo appartamento a San Vicente del Caguan, in Colombia, lo scorso 15 luglio. Oltre a familiari e amici, a chiedere giustizia per la morte di Mario, è anche il ministro degli esteri Luigi Di Maio che ha riferito di aver avuto una conversazione telefonica con la sua omologa colombiana, la ministra Claudia Blum Capurro De Barberi, alla quale ha chiesto che si faccia chiarezza al più presto sulla morte del giovane volontario: “Lavorare per giungere rapidamente alla piena verità sulla morte di Mario Paciolla” queste sono state le parole di Di Maio, secondo quanto riportato da Ansa.it.

A questo proposito, “è fondamentale che gli organi investigativi e giudiziari colombiani assicurino piena ed effettiva collaborazione alle loro controparti italiane”, ha affermato Di Maio. Dal canto suo la ministra colombiana ha assicurato assoluta trasparenza nelle indagini sulla morte di Mario Paciolla, nonché totale cooperazione da parte degli investigatori e dei giudici colombiani verso quelli italiani. Intanto lo scorso 24 luglio la salma di Mario Paciolla è rientrata in Italia.

Inoltre domani, giovedì 30 Luglio, alle ore 21:30 presso la Villa Comunale di Napoli, ci sarà una commemorazione pubblica in ricordo di Mario Paciolla, organizzata da “Giustizia per Mario Paciolla”. “Sarà l’occasione per chiedere giustizia e dare l’ultimo saluto ad un figlio di Napoli” scrivono sulla pagina Facebook. La commemorazione è stata organizzata nel pieno rispetto delle norme anti-Covid e data la limitata capienza, verranno raccolti i nominativi che potranno accedere all’area delimitata.

Potrebbe anche interessarti