Malore per Cutolo che torna in ospedale. La moglie: “Vogliono ammazzare mio marito”

Cutolo ricoverato ospedale

Raffaele Cutolo è stato ricoverato in Ospedale per un malore. Il super boss fondatore della Nuova Camorra Organizzata è stato trasferito dal carcere all’ospedale di Parma, nel reparto dedicato ai detenuti. All’età di 78 anni, questa è la seconda volta che il “professore” sta poco bene, complici i già accertati problemi di salute di cui soffre da tempo. Il primo ricovero pochi mesi fa.

In regime di 41 bis (carcere duro), le sue condizioni probabilmente si sarebbero aggravate. A giugno il tribunale di Sorveglianza di Bologna aveva respinto il ricorso della difesa di Cutolo, per il rinvio dell’esecuzione della pena per motivi salute. Oggi questo nuovo malore.

Vogliono ammazzare mio marito. Non ci danno informazioni sulle sue reali condizioni di salute, si sono limitate a dire che è finito in ospedale solo per qualche colpo di tosse, cosa poco credibile. L’ultima volta che l’ho visto, al colloquio mensile, era spento, indifferente, incapace di qualsiasi reazione emotiva. È la prima volta che accade dopo tanti anni di detenzione”. Queste le parole della moglie Immacolata Iacone rilasciate in una intervista all’organizzazione no profit “Nessuno tocchi Caino”.

Stessa sorte di altri boss, che, nonostante il pessimo stato di salute furono comunque lasciati in carcere senza la concessione degli arresti domiciliari. Ci sono pareri contrastanti a riguardo, chi ha pietà e chi invece è duro fino alla fine. Ma come sottolineato dal Tribunale di Sorveglianza, il carisma criminale del boss non è svanito nonostante la malattia. Ora Cutolo è stato nuovamente ricoverato in ospedale.

Vogliono uccidere Cutolo, vogliono sbarazzarsi di lui, come hanno fatto per Riina, Fabbrocino, Provenzano: vogliono farlo uscire morto dal carcere”. Parole trapelate durante un convegno organizzato dalla stessa associazione di cui parliamo sopra.

 

Potrebbe anche interessarti