Coronavirus, 7 nuovi contagi a Portici: ci sono anche bambini

coronavirus porticiPortici – ci sono nuovi contagi di coronavirus in città. In una diretta Facebook il sindaco di Portici, Vincenzo Cuomo, fa il punto della situazione riguardo il covid in città aggiornando i suoi cittadini. Ci sono 7 nuovi contagi, tutti circoscritti. Il sindaco lancia anche una frecciatina alle aziende sanitarie locali, ree, a suo parere, di non essere celeri nei tempi come all’inizio dell’emergenza. Ecco le sue parole:

E’ da un po’ di tempo a questa parte l’Azienda Sanitaria Napoli 3, ma tutte le aziende sanitarie campane, non hanno la stessa intensità di attività che hanno avuto nei periodi precedenti. E’ una cosa di cui ho parlato anche con lo stesso Presidente De Luca, apprezzando lo sforzo della Regione Campania al quale però va affiancato uno sforzo qualitativo maggiore delle aziende sanitarie. I dipartimenti di prevenzione devo tornare a lavorare come durante la piena emergenza. 

I due contagiati che erano in ospedale sono entrambi in fase avanzata di guarigione. Una delle due persone è già stata dichiarata guarita dopo aver effettuato i due test risultati negativi. L’altra persona, stamattina (ieri), ha effettuato il tampone e siamo in attesa del risultato.

Abbiamo avuto nuovi contagi. Il pericolo di contagio c’è ed è molto serio, è ancora molto facile rischiare di essere contagiati. C’è bisogno di prevenzione tramite i dispositivi di protezione che devono continuare ad essere utilizzati.

Ci sono 7 nuovi contagi di coronavirus a Portici, articolati in 3 nuclei familiari assimilabili ad un unico ceppo familiare. Significa che non c’è un focolaio ed è molto facile che il virus si sia trasmesso attraverso riunioni di famiglia. Tutti i tamponi effettuati ai contatti stretti di queste persone sono esitati negativamente. 

Nel primo nucleo familiare l’unico positivo è un professionista che vive a Portici ma svolge la sua professione altrove. Nella sua famiglia sono tutti negativa. Nel secondo nucleo familiare, l’adulto positivo lavora nell’ambito sanitario e ha contagiato i suoi due bambini, il coniuge non è stato contagiato. Nell’ultimo nucleo familiare sono contagiate 3 persone, mentre un minore è risultato negativo. Tutti i contagiati sono asintomatici.

Abbiamo aspettato un po’ per fare la comunicazione perché volevo accertarmi quale fosse la correlazione tra i nuclei familiari tramite documenti ufficiali. I bambini contagiati hanno svolto attività come le svolgono tutti i bambini in questo periodo. Attività che sono state monitorate e sanificate

Da sindaco vorrei rassicurare tutta la città perché non bisogna preoccuparsi, ma solo stare attenti.

 

Potrebbe anche interessarti