Napoli, giustizia per Maya, la 15enne investita in Piazza Carlo III. I residenti: “Strada pericolosa”

maya investita

NAPOLI – Non si danno pace gli amici e i famigliari di Maya. La ragazza è stata investita venerdì notte mentre tornava a casa e attraversava sulle strisce pedonali a Piazza Carlo III. L’impatto è stato fatale per la giovane che era in compagnia di una amica che è stata trasportata d’urgenza in Ospedale. Per fortuna nulla di grave per lei, solo una frattura alla gamba destra e una prognosi di 30 giorni. Mentre Maya è morta.

Ad investirle, una Smart a 4 posti guidata da un 21enne che ha dichiarato di non averle viste. E’ ora indagato per omicidio stradale. Gli agenti del sezione Infortunistica Stradale della Polizia Locale (coordinata dal capitano Antonio Muriano) gli hanno ritirato la patente e si è ora in attesa di conoscere gli esiti dei prelievi ematici che riveleranno se aveva bevuto alcol o se era sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. L’incidente è avvenuto in un tratto che secondo alcuni testimoni era pericoloso perché non funzionavano i semafori. Intanto è stata chiesta l’acquisizione delle immagini dei sistemi di video-sorveglianza per comprendere anche a che velocità andava la vettura quando ha impattato con le due ragazze.

Maya aveva 15 anni e abitava a Calata Capodichino, vicino al luogo dell’incidente. Questo il messaggio di cordoglio espresso dal sindaco di Napoli Luigi de Magistris:

“L’Amministrazione comunale esprime il più profondo cordoglio per la morte della giovanissima Maya ed è vicina con dolore alla sua famiglia per una tragedia che ha lasciato attonita tutta la città. L’Amministrazione sta anche seguendo le condizioni dell’altra giovanissima coinvolta nel tragico evento e le augura di potersi ristabilire al più presto”. 

Tantissimi i messaggi sui social. Come scrive l’organizzazione religiosa Don Bosco:

“Questa notte Maya, una giovane ragazza che da qualche tempo frequentava il nostro oratorio, ha perso la vita.
Maya è stata investita da un’auto a pizza Carlo lll mentre rientrava a casa. Tutta la comunità educativa del Don Bosco si unisce all’immenso dolore della famiglia e degli amici. La nostra preghiera per lei si trasformi in energia per essere vicini a tutti gli adolescenti del quartiere”.

Mentre l’Associazione Comitato Carlo III – Ponti Rossi denuncia:

Sono anni che parliamo di un pericolo costantemente reale per chi vive Piazza Carlo III, da sempre diciamo che mancano fasce pedonali (VISIBILI) e DISSUASORI per le ALTE VELOCITÀ delle auto. Abbiamo sempre prospettato una evenienza tragica ma questa ignorante e silente amministrazione e rimasta lontana sorda e incapace. A parere mio si porteranno, insieme all’investirore, sulla coscienza questa tragica perdita“. 

Cordoglio è stato espresso anche dalla pagina Facebook Quartieri Spagnoli 1536.

🖤🖤R.I.P. MAYA GARGIULO🖤🖤

Ieri sera è venuta a mancare all’affetto dei suoi cari Maya Gargiulo di 15 anni. La ragazzina…

Pubblicato da Quartieri Spagnoli 1536 su Domenica 9 agosto 2020

Alcuni postato in rete una lettere che è sta scritta da Maya che a maggio aveva compiuto 15 anni ed era una grande appassionata di calcio.

Questa lettera l’ha postata Maya Gargiulo una ragazza 15enne che, purtroppo, stanotte ha incontrato la morte per una…

Pubblicato da Rodolfo Scognamiglio su Sabato 8 agosto 2020

Tantissimi i messaggi lasciati anche sul luogo dell’intendete, tra biglietti e peluche. I funerali di Maya si terranno martedì 11 agosto alle ore 10,00 alla chiesa S.Maria di Lourdes, via Calata Capodichino.

Potrebbe anche interessarti