Napoli, secondo il sindacato degli infermieri sono 7 i contagi all’Ospedale Pellegrini: “Chiediamo i tamponi al personale sanitario”

Coronavirus Ospedale Pellegrini

Sarebbero sette i contagi da coronavirus registrati nell’Ospedale Pellegrini nel cuore di Napoli. A comunicarlo in una nota è Antonio Eliseo, coordinatore Regionale Nursind Campania (sindacato delle professioni infermieristiche). Positiva un’infermiera del reparto di ortopedia. In quel reparto nei giorni scorsi si erano recati 5 pazienti risultati poi contagiati. Mentre un settimo paziente positivo era arrivato martedì sera al Pronto Soccorso del Pellegrini.

Questo il comunicato dove vengono richiesti tamponi per tutto il personale sanitario:

“Considerato lo scenario epidemiologico in continua evoluzione che segna un continuo e costante incremento del numero dei casi di positività sul territorio regionale, abbiamo chiesto l’estensione a tutto il personale sanitario della somministrazione dei tamponi con cadenza quindicinale e di eseguire screening sierologico e tampone a tutti i dipendenti al rientro in servizio dopo il periodo di assenza per ferie”.

Poi il segretario regionale continua spiegando il rischio che corrono gli operatori sanitari:

“Dopo i contagi in ortopedia del P.O dei Pellegrini siamo venuti a conoscenza che anche una infermiera è risultata positiva al tampone. Ancora una volta il comparto sanitario risulta il più esposto ai contagi, ancora una volta chiediamo che si alzi l’asticella della sicurezza sui luoghi di lavoro. Questa è l’ennesima dimostrazione che tutto il personale addetto all’assistenza diretta, siano essi infermieri, ostetriche oppure Operatori Socio-Sanitari è a rischio contagio”.  

Una situazione che preoccupa e che potrebbe assomigliare a quella di Acerra dove sono 8 i medici e gli infermieri trovati positivi in una clinica. Ora si è in attesa dei tamponi su chi è venuto a contatto con la struttura.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più