Coppia di sposi dona il costo delle bomboniere all’Istituto dei tumori di Napoli

sposi beneficenza pascaleIstituto dei tumori di Napoli “Pascale” – Coppia di sposi dona il costo delle bomboniere in beneficenza. Una coppia di futuri sposi della provincia di Salerno, ha deciso di donare il costo delle bomboniere interamente in beneficenza al Pascale di Napoli per aiutare la ricerca oncologica.

Non capita spesso di assistere ad azioni del genere, soprattutto quando si parla del proprio “giorno felice”. Eppure, come riferisce Ansa, questa coppia non ha esitato un solo istante a pensare alla felicità altrui.

Venti anni di fidanzamento o, come dicono loro, venti anni passati a rincorrersi. Una corsa che si ferma, o meglio, ri-comincia insieme il 29 agosto prossimo quando Diego Famularo e Rosalba Gesummaria si diranno sì nella chiesa di Santa Maria delle Grazie a Buccino, dove vivono.

La nostra bomboniera per un gesto di amore e di speranza“, hanno scritto nella pergamena che daranno come cadeau ai loro quasi cento invitati. Ingegnere lui, operaia lei, Diego e Rosalba in un primo momento avevano pensato di devolvere la cifra destinata alle bomboniere alla ricerca contro il Covid.

Siamo rimasti molto colpiti, in questi mesi di pandemia, dall’impegno del professore Paolo Ascierto e in più in generale da tutti i ricercatori del Pascale – dicono i due novelli sposi – E in un primo momento avevamo deciso di dare questi soldi alla ricerca sul vaccino. Poi abbiamo pensato che era più giusto devolverli alla ricerca oncologica. Il Pascale è un grande ospedale, che da sempre si batte per sconfiggere i tumori. Il nostro gesto altro non è che un grazie al lavoro di ricercatori come Ascierto e di tutti i bravi professionisti come lui“.

E il prof Ascierto e il direttore generale del Pascale, Attilio Bianchi, ci saranno simbolicamente anche loro al banchetto nuziale il 29 agosto prossimo con un video messaggio in cui ringrazieranno, a nome di tutto l’Istituto, il generoso gesto dei due sposi.

Ricordarsi di chi soffre – dice il manager dell’Irccs partenopeo, Attilio Bianchi – in un momento di felicità, è il segno di una sensibilità estrema che facciamo nostra nell’impegno di meritare ogni giorno la fiducia che ci viene accordata“.

Potrebbe anche interessarti