De Luca tuona: “Assurde le decisioni del Governo. Valuteremo il ritorno ad una mobilità limitata”

Appena conclusa la diretta del Governatore Vincenzo De Luca che, come di consueto, ha aggiornato la cittadinanza sulla situazione Coronavirus. Ha affrontato il problema dell’incremento di casi dovuto, a suo parere, ad un rilassamento generale e alle decisioni sbagliate del Governo.

“C’è stata una ripresa dei contagi in tutta Italia. Le cause sono fondamentalmente due: il rilassamento generale nel nostro Paese, con assembramenti di migliaia di giovani, e le scelte errate del Governo nazionale. L’apertura totale delle frontiere in uscita e in entrata senza nessun controllo ha penalizzato il nostro Paese” – ha esordito.

“La Regione Campania, ancora una volta, ha deciso di anticipare decisioni che a livello nazionale sono state prese dopo. Abbiamo reso obbligatori i tamponi per i cittadini che rientravano dall’estero prima di Ferragosto. Avremmo potuto decidere in maniera opportunistica, non eravamo obbligati, ma in questo modo ci sarebbero stati centinaia di contagiati. Invece, abbiamo preso di petto il problema e individuato tempestivamente i casi provenienti dall’estero.”

“Altra assurdità del Governo è limitare i controlli soltanto per chi proviene da Malta, Grecia, Croazia e Spagna. Noi li abbiamo estesi a tutti, indipendentemente dal Paese di provenienza. Abbiamo avuto casi di persone di rientro dalla Bulgaria, dall’Egitto, da Santo Domingo, Messico e tante altre zone.”

Riguardo i dati sui contagi, ha detto: “Oggi abbiamo 68 contagi. Di questi, quattro nella Napoli 1, tre provenienti da stati esteri, 6 in strutture turistiche della Sardegna e 5 residenti. Dunque, dei positivi, 9 provengono da fuori regione. A Caserta, i positivi provengono da Spagna e Sardegna. A Salerno, invece, i Paesi da cui sono rientrati i contagiati sono Londra, Malta, Marocco e Valencia.”

“Vista la situazione, a fine agosto valuteremo se chiedere al Governo di ripristinare la limitazione della mobilità interregionale, salvo i soliti casi (motivi lavorativi e sanitari)” – ha anticipato il Governatore De Luca, durante la diretta in questione.

“Per fortuna abbiamo spento vari focolai, come quello di Mondragone e Sant’Antonio Abate. Ma senza la collaborazione dei cittadini faremo sempre più fatica. Posso capire un rilassamento nei primi giorni ma come si può pensare di partire per l’estero, in zone dove abbiamo migliaia di contagiati?”

“Altra decisione del Governo, a parer mio assurda, è quella relativa all’obbligo di mascherine dopo le 18. L’elemento critico è l’assoluta scomparsa delle forze dell’ordine. Nessuno controlla per cui si tratta di una norma totalmente inapplicata. Che senso ha emanare ordinanze se poi non si fa nulla per farle rispettare?”

“O lo Stato c’è o meglio evitare di fare ordinanze in questo modo. Ci riempie soltanto di ridicolo, almeno evitiamo di gettare discredito sulle istituzioni” – ha concluso.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più