Coronavirus, vergognosa caccia all’untore in un palazzo a San Giorgio a Cremano

san giorgio a cremanoSan Giorgio a Cremano – denuncia del sindaco. A San Giorgio a Cremano sono tanti i nuovi casi di contagio da Coronavirus. Un virus che purtroppo ha mietuto molte vittime sia a livello fisico che psicologico. La paura del contagio è tanta ma, questo non giustifica la cattiveria e la mancanza di tatto nell’affrontare determinati argomenti. La caccia all’untore non è il modo corretto per contrastare il virus; distanza sociale e mascherine lo sono.

Infatti in un palazzo della città è stato affisso un cartello che segnalava la presenza di un positivo con tanto di piano e nome della famiglia. Un atteggiamento davvero di cattivo gusto, di mancanza di empatia e violazione della privacy. Proprio per questo motivo, per sensibilizzare sull’argomento, il sindaco di San Giorgio a Cremano, Giorgio Zinno, ha deciso di denunciare l’accaduto sulla propria pagina facebook, con tanto di foto del cartello – censurando le parti protette:

Comprendo le paure che genera questo aumento ma non possiamo perdere la nostra umanità!
In un portone della nostra città qualcuno ha affisso il messaggio che vedete in foto. Gesti del genere, oltre che andare contro la legge, sono ripugnanti perché violano la privacy dei singoli e creano una vergognosa caccia all’untore.

Ammalarsi non è una colpa o motivo di odio! Se ci sono problemi da segnalare potete come sempre farlo su messenger o mail istituzionale o chiamando le Forze dell’Ordine e come sempre interverremo, ma tutto nel rispetto del prossimo e delle leggi. Siamo una grande comunità e dobbiamo continuare a dimostrarlo“.

 

🔴🔴SU 101 TAMPONI 10 POSITIVI E 91 NEGATIVI. I RITORNI DALE FERIE AUMENTANO I POSITIVI MA NON PERDIAMO L’UMANITÀ CHE HA…

Pubblicato da Giorgio Zinno Sindaco su Giovedì 27 agosto 2020

Potrebbe anche interessarti