Portici piange la morte del giovane Ciro: “Ti ricorderemo per sempre, eri un’onda di energia positiva”

portici ciro

Non ce l’ha fatta Ciro Claudi, un giovane ragazzo che in questi mesi ha lottato per sconfiggere un brutto male. Una lunga battaglia iniziata il 16 agosto e terminata ieri pomeriggio con il triste epilogo. Tantissimi i messaggi di affetto per questa prematura e tragica scomparsa.

A ricordarlo con affetto è la sorella Chiara:

“Dal 16/08 ad oggi 8/09 abbiamo combattuto per te e insieme a te… Sarai per sempre il nostro amore. Ciao Fratello mio❤️ceró”.

Dal 16/08 ad oggi 8/09 abbiamo combattuto per te e insieme a te… Sarai per sempre il nostro amore. Ciao Fratello mio❤️ceró Ciro Claudi

Pubblicato da Chiara Claudi su Martedì 8 settembre 2020

Cordoglio è stato espresso sui social anche dal sindaco di Portici, Enzo Cuomo. Queste le parole del primo cittadino:

“Il cuore di Ciro non ce l’ha fatta, e questo giovane guerriero di Portici, la Sua Famiglia, i Suoi Amici e tante persone impegnate in gruppi di preghiera per la sua guarigione piangono per questa giovane vita strappata all’esistenza terrena. Esprimo il dolore ed il cordoglio di tutta la nostra Comunità alla Famiglia di Ciro e ai tanti Amici che lo hanno amato in vita e lo porteranno per sempre nei propri ricordi”. 

Il cuore di Ciro non ce l’ha fatta, e questo giovane guerriero di Portici, la Sua Famiglia, i Suoi Amici e tante…

Pubblicato da Enzo Cuomo Sindaco su Mercoledì 9 settembre 2020

Anche l’Associazione Culturale Passione Infinita lo ricorda:

“Noi dell’Associazione Passione Infinita vogliamo ricordarti con questa foto, in una tua partecipazione al nostro Contest rivolto ai giovani, organizzato in memoria del nostro indimenticabile Nicola Perna. Suonare per la festa dei gigli era la tua più grande passione, noi siamo fieri di averti dato questa possibilità. La notizia della tua dipartita ci ha tragicamente addolorati, siamo vicini alla famiglia, a cui vanno le nostre più sentite condoglianze, e ci uniamo nel dolore di tutte le persone che ti volevano bene. Riposa in pace caro Ciro, non ti dimenticheremo!”.

Oggi Barra piange un suo giovanissimo figlio , Ciro Claudi.
Noi dell’Associazione Passione Infinita vogliamo ricordarti…

Pubblicato da Associazione Culturale Passione Infinita su Martedì 8 settembre 2020

Cordoglio espresso anche dalla pagina del gruppo musicale della Festa dei Gigli:

Il cuore del nostro amico Ciro Claudi ha smesso di battere oggi pomeriggio.
Lo ricorderemo per sempre come un bravo ed umile ragazzo.
Condoglianze da parte di tutto lo staff alla famiglia.

Pubblicato da Festa Dei Gigli su Martedì 8 settembre 2020

Un dolore immenso per chi lo conosceva da vicino come Giuseppe:

“Fratellò questa é stata la nostra ultima foto insieme prima di affrontare tutto ciò… Hai lasciato un vuoto incolmabile dentro me… Nn ti potrò mai dimenticare ti porterò sempre con me… Avevamo ancora tante cose da fare insieme…La notte prima di partire ci mettemmo sui letti volevamo dormire xk dovevamo affrontare 5 ore di viaggio ma tutto facemmo ke dormire.. parlavamo solo…di noi della nostra amicizia da oltre 20 anni i nostri futuri progetti…Mi mancheranno i tuoi messaggi improvvisi (corrrr mij k facimm staser) oppure quando stavi su quel maledetto ospedale ed io nn potevo passare e tu mi dicevi (cor mij solo con un messaggio oppure un vocale Ti amo lo stesso)… Non lo so come farò senza di te mi mancherà tutto le nostre uscite le nostre giornate giglistiche le nostre stronzate quotidiane…. Ti ricorderò sempre con quel tuo sorriso.. xk tu eri un onda di energia di posività con te si rideva e scherzava sempre.. T VOGL BEN veramente Fratello vivrai sempre in me…ti scriverei tantissime altre cose ma mi fermo qui xk il dolore e forte… Buon viaggio fratello proteggici da lassù Ciro Claudi 🙏❤️ PS: CARICHI E POSTIVI COME DICEVI TU FRATELLÒ “.

Fratellò questa é stata la nostra ultima foto insieme prima di affrontare tutto ciò… Hai lasciato un vuoto incolmabile…

Pubblicato da Giuseppe Fonticelli su Martedì 8 settembre 2020

Pochi giorni prima gli amici si erano recati fuori all’Ospedale del Mare e avevano provato ad arrivare a Ciro attraverso quello che amava di più, la musica.

 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più