La trama di ‘Mare Fuori’: la nuova fiction Rai ambientata nel carcere minorile e girata a Napoli. Dal 23 settembre in onda

mare fuori trama

Una storia di riscatto e di denuncia tutta ambientata a Napoli che vede come protagonisti dei ragazzi del carcere minorile di Nisida. Mercoledì 23 settembre andrà in onda la prima puntata della nuova fiction targata Rai ‘Mare Fuori’. Inizialmente prevista per marzo, la programmazione è slittata a settembre a causa dell’argomento trattato, la chiusura forzata in un carcere è stata infatti paragonata al lockdown.

La fiction, suddivisa in 12 episodi (sei prime serate), vedrà come protagonista principale Carolina Crescentini che interpreterà la direttrice del carcere minorile. Accanto a lei tre educatori (Paola, Massimo e Beppe) che proveranno ad aiutare i ragazzi e riportarli sulla retta via. All’interno del carcere, saranno raccontate le storie di chi ne fa parte. Storie di soprusi, ingiustizie ma anche di umanità. Conosceremo una ragazza rumena (Natidza) senza fissa dimora che preferisce stare rinchiusa in una cella piuttosto che stare con la sua famiglia, oppure il figlio di un camorrista che sogna di diventare il prossimo boss. Ma anche un ragazzo di una buona famiglia (Filippo) che per uno stupido gioco e sotto effetto di droga uccide per sbaglio un suo amico.

Come anticipato nel promo Rai (la prima puntata andrà in onda su Rai 2 mercoledì 23 alle 21.20), sono tante le storie dei ragazzi che si intersecano tra loro. Tra amore (una ragazza è incinta) e odio, ognuno di loro cercherà il proprio riscatto personale.

“Le cose belle che ti restano fuori non buttarle via perché sono quelle che ti tengono vivo finchè stai qua”  

La fiction è stata girata principalmente a Napoli, nell’istituto di pena minorile di Nisida, alla Galleria Umberto, alla Sanità e all’Orto Botanico, in piazza Mazzini e nel centro storico. Il regista è Carmine Elia, lo stesso di ‘Don Matteo’. Continua quindi il forte legame tra cinema e la città partenopea scelta come set di molti fiction e film.

Potrebbe anche interessarti