Confesercenti Campania contro la chiusura anticipata dei locali: “Colpo di grazia per le imprese. Le persone si assembrano anche in piazza o in strada”

Il Presidente di Confesercenti Campania commenta l’ordinanza firmata nelle ultime ore dal Governatore De Luca. Quest’ultima, limitando le attività degli esercizi commerciali, continuerebbe a causare non pochi disagi ai numerosi commercianti campani.

Queste le parole del Presidente Vincenzo Schiavo:

“La nuova ordinanza è il colpo di grazia per molte attività commerciali. Gli assembramenti non sono causati dalle nostre aziende. Senza introiti ci dicano subito come le imprese potranno pagare i debiti!”

“Ancora una volta ad essere penalizzato è il nostro commercio. Senza che si trovi la soluzione al vero problema che è culturale, perché le persone si assembrano non certo a causa dei bar aperti dopo mezzanotte. Questa ordinanza mette in ginocchio la nostra economia, è il colpo di grazia per le nostre imprese.”

“Lo Stato dovrebbe scendere in campo con tutti i mezzi che ha per far rispettare le regole e comminare le giuste sanzioni a chi trasgredisce. Fin qui evidentemente non ci è riuscito. Ribadisco: non sono i ristoranti, ad esempio, che creano assembramenti ma il senso civico delle persone. Chi ci assicura che, una volta chiuso il locale alle 23:00 o alle 24:00, le persone non si raggruppino, come già accade, in piazza o per strada?”

“Questa ordinanza crea ulteriori ostacoli alla ripresa dell’economia. Confesercenti critica questa decisione ma è pronta ad eseguirla, naturalmente. Nel contempo pretendiamo, però, di avere immediate risposte su come le nostre attività possono far fronte alle spese. La Regione e il Governo ci dicano subito in che modo le nostre aziende, in queste condizioni, riusciranno a pagare le tasse, affrontare gli impegni con le banche, sostenere spese di fitto e onorare gli stipendi dei dipendenti” – conclude.

Una misura, dunque, a detta del Presidente di Confesercenti Campania, del tutto controproducente che non fa altro che soffocare le imprese campane, già messe a dura prova dal lockdown e dalla crisi economica. Stesso allarme è stato quello lanciato da Salvatore Petrella, Presidente di Confesercenti della provincia di Caserta.

 

Potrebbe anche interessarti