Azienda Ospedaliera Vanvitelli, dono del Principe di Borbone: una cucina per i genitori dei bimbi malati di tumore del sangue

cucina borbone

Un piccolo gesto per alleviare la sofferenza di piccoli pazienti. Nel Reparto di Ematologia e Oncologia Pediatrica dell’Azienda Ospedaliera Universitaria “Luigi Vanvitelli” di Napoli arriva infatti una nuova cucina. Le mamme e i papà potranno preparare il pranzo ai loro figli ricoverati per tumori del sangue. Un modo per far sentire i piccoli a casa e creare una sinergia tra i genitori.

Come spiegato in un comunicato dalla struttura sanitaria, la cucina è stata montata all’interno del Reparto (diretto dal professore Silverio Perrotta), nell’aerea destinata ai familiari dei piccoli pazienti. Essa ha un duplice scopo: favorire la relazione tra gli stessi genitori e rendere la permanenza ospedaliera meno difficile.

A regalare la cucina è stato il Principe Don Pedro di Borbone delle Due Sicilie, Duca di Calabria, Conte di Caserta, che ha sposato il progetto dell’Agop (Associazione Genitori Oncologia Pediatrica, presieduta da Ciro Ruggiero), l’associazione impegnata a facilitare la degenza dei piccoli e dei loro genitori, creando un ambiente quanto più possibile accogliente e familiare.

L’obiettivo di questa e di tante altre iniziative presenti nell’Ospedale campano è quella di ‘umanizzare’ il più possibile le cure. Per questo si cerca di rendere più attraenti gli ambienti adattandoli ai bambini con sale d’attesa colorate e spazi ludici. Un luogo dedito alle cure assistenziali di chi ha tumori del sangue ma che però non deve mai far perdere il sorriso ai più piccoli.

Potrebbe anche interessarti