Accertamenti Covid, chiude panificio nel Napoletano: “La sicurezza dei clienti prima di tutto”

panificio michelangelo cercolaA causa di alcuni accertamenti dovuto a un caso di contagio da coronavirus, il noto panificio Michelangelo di Cercola ha deciso di abbassare le saracinesche per tre giorni. A essere risultato positivo è il coniuge di un membro dello staff. Le diverse ASL, regolarmente avvertite, hanno messo in quarantena i contatti diretti pur senza disporre la chiusura dell’attività. La proprietà, tuttavia, ha scelto in autonomia di sottoporre a tampone tutto il personale e nel frattempo chiudere il panificio.

LEGGI ANCHE – Zona arancione in Campania: prete positivo in contatto con 80 fedeli

Di seguito quanto comunicato dal panificio Michelangelo attraverso un post su Instagram:

“COMUNICATO IMPORTANTE
Informo tutta la clientela che il panificio resterà chiuso nei giorni sabato 10. domenica 11 e lunedì 12 in quanto UN CONIUGE di un membro dello staff è risultato positivo al Covid 19. Pur avendo avvisato le Asl competenti, che hanno posto in quarantena tutti i contatti diretti, sentiamo “violata” la nostra sicurezza e abbiamo ritenuto opportuno e doveroso chiudere per effettuare controlli e tamponi a tutto lo staff. La sicurezza del mio personale e dei miei clienti viene prima di tutto. Tre giorni di prevenzione gioveranno la sicurezza fisica e mentale di tutti.
Grazie. Lello bobb”.

Potrebbe anche interessarti