De Luca chiude le scuole, ragazzi allo sbaraglio: strade e piazze affollate da giovani

Campania – scuole chiuse. La decisione di De Luca di chiudere le scuole è stata drastica ma non troppo inaspettata. I casi in regione erano in notevole aumento e il primo luogo da chiudere, così come successo a marzo, sono state le scuole.

La Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, appena saputa la notizia, si è subito posta all’attacco della decisione commentandola come “irresponsabile e gravissima”. La scuola, secondo gli addetti ai lavori, era uno dei luoghi più sicuri perché si rispettava il protocollo.

Dal canto suo De Luca ha spiegato la chiusura con i numeri dei contagi avvenuti in questi giorni nelle scuole di Napoli e Provincia e di Caserta.

MA ORA QUESTI RAGAZZI CHE FARANNO?

La scuola è da sempre stata principalmente luogo di istruzione, ma anche di aggregazione e riparo da una vita che può essere ingiusta. Se facessimo l’esempio di quei bambini/ragazzi di provincia o periferia che andando a scuola potrebbero elevarsi da un contesto disagiato e povero, ora non hanno più questa opportunità.

Alla perdita nell’uso della lingua italiana in quei luoghi dove il dialetto è troppo radicato (un limite solo se non affiancato a un’adeguata conoscenza della lingua nazionale) e l’unica via d’uscita è l’istruzione della scuola, ora questa opportunità è svanita di nuovo.

I ragazzi si erano appena abituati all’idea del ritorno a scuola e ora si vedono di nuovo chiudere i cancelli in faccia e ripartire di nuovo con le lezioni da casa.

L’istruzione a questo Paese serve, è fondamentale per la crescita di nuove menti. Questi ragazzi ora saranno allo sbaraglio perché non andranno a scuola ma si riverseranno per le strade, nei parchi, sui mezzi pubblici e non cambierà nulla a livello di contagio e lotta al virus.

SOCIAL SCATENATI

Su Twitter – social per eccellenza dove scatenare i dibattiti – ci sono molti pareri contrastanti contro la decisione delle scuole chiuse all’hashtag #scuolechiuse

C’è chi punta sull’ironia e sulle stoccate dirette che paragonano De Luca ad un clown: “Con le #scuolechiuse le strade sono super affollattisisme di ragazzini in giro a fare baldoria. Ottima soluzione del nostro inimitabile sceriffo #DeLuca”

 

A Napoli una protesta dei minibus sul Lungomare Caracciolo

 

E poi c’è chi fa notare al Presidente che lui chiude le scuole, ma ci sono luoghi molto più a rischio come ad esempio i mezzi pubblici.

 

 

Potrebbe anche interessarti