Campania, senza un rene, con febbre a 40 e mal di gola: “Ho chiesto di fare un tampone, mi hanno risposto ti aspettare”

coronavirus tocilizumab

Roberto Burioni ha condiviso la triste storia di un paziente campano probabilmente affetto da Covid-19. Abbandonato a sé stesso dall’autorità sanitaria, il virologo ha deciso di dare voce non solo a lui ma a tutti coloro che vivono la sua stessa situazione, che sia in Campania o in altre regioni d’Italia.

Il paziente scrive un messaggio rivolto a lui, dicendogli: “Egregio Prof. Burioni, non le farò perdere molto tempo ma anche in Campania la situazione è strana. Ho la febbre che oscilla tra 39 e 40 da venerdì, tosse e mal di gola. Ho iniziato una terapia a base di tachipirina che ho continuato fino a ieri senza che la febbre scendesse neanche di un grado.”

“Ho avvisato la guardia medica che mi ha detto di pazientare e di contattare il medico di base. Da ieri, dietro consiglio di un altro medico, ho iniziato con Deltacortene e Azitromicina e la febbre ora è stabile a 38. Ma di tampone o di proposta di farlo zero, nulla.”

“Alla mia domanda relativa alla possibilità di effettuarlo ho ricevuto come risposta un “aspetti” ancora sei giorni e vediamo. Non mi sento tranquillissimo in verità. Ma la mia fiducia nella medicina e nella figura di medico mi fanno stare al mio posto, senza pretendere di capire qualcosa di più del dovuto. In tutto questo sono monorene chirurgico.”

A Burioni, il paziente campano ha inoltrato anche una foto del termometro che conferma il suo stato febbrile. Del resto, sono svariate le lamentele dei cittadini riguardanti la trafila da effettuare per sottoporsi al tampone e ricevere le dovute risposte. Per far fronte a tali criticità, la Regione ha esteso anche ai laboratori privati la possibilità di testare i pazienti. Eppure, sembrerebbe che nemmeno tale misura basti. La stessa Asl, infatti, ha annunciato di ricorrere ai tamponi soltanto in caso necessario. Burioni ha commentato la storia con un laconico: “Se Atene piange, Sparta non ride”. La citazione, tratta da un’opera teatrale l’ Aristodemo, si riferisce alla difficile situazione covid a Milano (Atene). Ma anche a Napoli (Sparta) non è delle migliori.

Potrebbe anche interessarti