MESSAGGIO POLITICO ELETTORALE

De Luca rettifica l’ordinanza – Consumazione al tavolo, asporto e consegna a domicilio: orari e cosa cambia

de luca asporto

Vincenzo De Luca ha rettificato l’ordinanza n.85 entrata in vigore da oggi in Regione Campania che stabiliva alcune misure più restrittive rispetto al dpcm di Conte sull’asporto di cibi e bevande. La modifica maggiore riguarda appunto l’asporto che è ora consentito fino alle ore 22.30 (prima era segnato come divieto assoluto). Dalle 23 scatta invece il ‘coprifuoco’ anche per le consegne a domicilio (delivery). L’ordinanza è valida fino al 31 ottobre.

Vediamo quindi nel dettaglio quando e dove è possibile consumare cibi e bevande.

AL TAVOLO – NORME DPCM

“Le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle ore 5.00 fino alle 18.00. Il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi. Dopo le ore 18,00 è vietato il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico. Resta consentita senza limiti di orario la ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive limitatamente ai propri clienti, che siano ivi alloggiati. Resta sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto”

Per il decreto del presidente del consiglio dei ministri l’asporto (cliente che va direttamente dal commerciante) è valido fino alle 24, per la Regione Campania fino alle 22.30. La consegna a domicilio invece fino alle 23.

A CASA – REGIONE CAMPANIA

“A tutti gli esercizi di ristorazione (bar, ristoranti, pizzerie, gelaterie, pub, vinerie e simili), dalle ore 22,30 è fatto divieto di vendita con asporto. Sono esclusi dal divieto gli esercizi di ristorazione che ordinariamente svolgono attività di asporto con consegna all’utenza in auto, i quali possono esercitare la propria attività nel rispetto delle misure di prevenzione e sicurezza vigenti, assicurando un sistema di prenotazione da remoto. La consegna a domicilio è comunque ammessa, con possibilità di disporre la partenza dell’ultima consegna fino alle ore 23,00“. 

 

 

Potrebbe anche interessarti