Niente operazione a Milano causa covid, malata di tumore lancia appello. Risponde il Pascale: “Contattaci”

pascale malata tumore milanoUn appello lanciato via instagram a cui, a sorpresa, risponde il Pascale di Napoli. Martina Luoni è una ragazza lombarda malata di tumore che purtroppo a causa delle restrizioni covid non può operarsi. Così la giovane decide di filmarsi e raccontare la sua storia in un video su Instagram. E in breve tempo il video fa il giro dei social.

“Buona sera a tutti!
Con questo video cerco di raccontare, per chi non mi conoscesse, in breve la mia storia ma non solo… questo video è una DENUNCIA sulla situazione sanitaria in Lombardia. Io come tante altre persone malate oncologiche stiamo vivendo un periodo molto difficoltoso come se non bastasse la nostra patologia ora dobbiamo anche combattere contro una pandemia globale che fa CHIUDERE ambulatori e saltare visite.
Ecco, con questo video vorrei riuscire a dare voce a chi come me si trova ogni giorno a combattere per la propria vita e non si può permettere di essere rimandato perchè il sistema sanitario è al collasso e le attività CHIRURGICHE NON possono essere sospese! Facciamo arrivare questo messaggio lontano grazie al potere della condivisione, aiutatemi a condividere il video e tagghiamo anche nei commenti chi potrebbe aiutarci a far arrivare questo grido lontano!”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Buona sera a tutti! Con questo video racconto per chi non mi conoscesse in breve la mia storia ma non solo… questo video è una DENUNCIA sulla situazione sanitaria in Lombardia. Io come tante altre persone malate oncologiche stiamo vivendo un periodo molto difficoltoso come se non bastasse la nostra patologia ora dobbiamo anche combattere contro una pandemia globale che fa CHIUDERE ambulatori e saltare visite. Ecco, con questo video vorrei riuscire a dare voce a chi come me si trova ogni giorno a combattere per la propria vita e non si può permettere di essere rimandato perchè il sistema sanitario è al collasso e le attività CHIRURGICHE NON possono essere sospese! Facciamo arrivare questo messaggio lontano grazie al potere della condivisione, aiutatemi a condividere il video e tagghiamo anche nei commenti chi potrebbe aiutarci a far arrivare questo grido lontano!

Un post condiviso da Martina Luoni (@marty_luoni) in data:

Martina spiega che ha 26 anni e ha un cancro al colon metastatico. Forse non potrà operarsi in Lombardia perché gli ospedali sono al collasso e hanno annullato alcuni interventi.

“Quando avevo 23 anni mi hanno diagnostico questo cancro. Dopo vari interventi e terapie mi avevano detto che ero guarita. A dicembre 2019 mi hanno detto che la malattia non era scomparsa ma aveva ripreso a lavorare e aveva creato una linfodenopatia. La macchina si mette in moto a marzo 2020 ma entriamo in pieno lockdown e il sistema sanitario inizia a soffrirne. Da marzo non ho potuto fare quasi nessuna visita specialistica in compagnia dei miei genitori. Il Calvario continua, molti ospedali, non mi hanno preso in cura. Non so perchè, inizio la radioterapia e dovevo iniziare la chemio a marzo. Mi ero rivolta al San Raffaele per fare la conservazione ovarica. Due ore prima mi hanno chiamato e mi dicono che gli ambulatori sono chiusi per causa covid. Mi è stata tolta l’opportunità di conservare i mie ovuli. Inizio i cicli di radio e chemio, rifaccio i controlli oggi. Mi avevano detto che non era indicato operare nel mio caso, ora mi hanno detto che forse si può, ho fatto il pre-ricovero e mi è stato detto che l’attività chirurgica è sospesa. Un intervento come il mio, salvavita, non parlo solo per me, ci vengono tolte le visite e annullati gli interventi. C’è tanto altro oltre i covid e il sistema sanitario è in sofferenza e non si può curare. La priorità è l’emergenza e non i singoli casi. Non so se la mia operazione si potrà fare, ma vi chiedo di condividerlo”. 

Tantissimi i commenti di solidarietà e le condivisioni del video anche da parte dei vip (come Laura Pausini e Stefano Accorsi). Tra i commenti al post però spicca quello del Pascale di Napoli, eccellenza mondiale:

“Cara Martina sono il direttore generale dell’Istituto Nazionale dei Tumori Pascale di Napoli. Ho letto il tuo problema, ti offro la disponibilità del nostro Istituto ad affrontarlo insieme con te. Contattaci, ti invio il mio indirizzo mail”.

Una storia che è stata ripresa anche dal governatore Vincenzo De Luca:

“L’Istituto Nazionale Tumori IRCCS “Fondazione G. Pascale” di Napoli raccoglie l’appello lanciato da Martina, 26 anni, di Milano, malata di cancro, nel giorno in cui le arriva la notizia che il suo intervento è stato annullato perché la sanità lombarda, causa Covid, non può più curarla. Il Pascale è pronto ad accogliere questa paziente.
La sanità campana, anche durante l’emergenza Covid, non ha mai fermato gli interventi oncologici”. 

L’Istituto Nazionale Tumori IRCCS “Fondazione G. Pascale” di Napoli raccoglie l’appello lanciato da Martina, 26 anni, di…

Pubblicato da Vincenzo De Luca su Domenica 8 novembre 2020

 

 

 

 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più