Ritardi per la cremazione di Gigi Proietti, da Caserta arriva l’appello: “Lo facciamo noi gratis”

Gigi Proietti – ritardi nella cremazione. Gigi Proietti, simbolo di un’eterna Roma, è morto una settimana fa lasciando un vuoto immenso nella sua città e nell’Italia intera. Al suo funerale, lo scorso giovedì 5, c’erano tanti suoi ammiratori ad accompagnare il feretro nella Chiesa degli Artisti a Piazza del Popolo.

Gigi aveva chiesto di essere cremato e poi sepolto nel cimitero Acattolico di Testaccio, quartiere popolare di Roma. È presumibile che la sua salma, considerando la drammatica situazione dei cimiteri capitolini, possa attendere una settimana prima della cremazione, così ha scritto Il Messaggero l’altro giorno.

La situazione è davvero dura e chi ha avuto a cuore Gigi Proietti e il teatro soffre ancora di più. Ecco che dalla Campania arriva un’offerta.

Dopo aver appreso della notizia delle difficoltà incontrate, con probabile slittamento di una settimana nella cremazione della salma di Gigi Proietti al cimitero Flaminio abbiamo deciso di offrire alla famiglia la nostra piena disponibilità ad effettuare gratuitamente la cremazione“. A parlare è Emilio Liquori, amministratore dell’impianto Tempio Mater di Castel Volturno.

Un’offerta di gran cuore che permetterebbe alla famiglia di avere le ceneri del suo caro senza attendere i templi biblici della burocrazia. Anche il candidato sindaco alle prossime comunali della capitale, Carlo Calenda, ha espresso tutto il suo malcontento per una situazione del genere, che purtroppo non riguarda solo un personaggio noto come Gigi Proietti.

 

Sempre dalla Campania, questa volta da Napoli, ieri è stata accolta un’altra richiesta d’aiuto proveniente da un’altra regione. Martina, 26 anni malata di tumore, non viene operata a Milano causa covid e per questo motivo il Pascale di Napoli le ha offerto tutta la sua disponibilità per l’intervento.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più