Peggiora il tempo in Campania, allerta meteo prorogata: raffiche di vento e temporali

allerta meteo campaniaDa ieri sulla Campania si è abbattuta una perturbazione. La Protezione Civile ha infatti diramato un’allerta meteo arancione che ha spinto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, a chiudere per oggi parchi, scuole e asili. Ora dato il  peggioramento delle condizioni atmosferiche, la Protezione Civile ha deciso di prorogare l’allerta meteo fino a domani pomeriggio.

ALLERTA METEO IN CAMPANIA

Questo il comunicato diffuso dalla Protezione Civile:

“La perturbazione che sta interessando la Campania si intensificherà a partire da questo pomeriggio ad iniziare dal settore settentrionale della regione per poi interessare anche il resto del territorio dando luogo ad un ulteriore peggioramento delle condizioni meteo. A seguito dell’evolversi degli scenari e dell’elaborazione dei modelli matematici di oggi, il Centro Funzionale della Protezione civile della Regione Campania ha esteso e ampliato la vigente allerta meteo.
In aggiunta all’allerta Arancione già vigente su buona parte del territorio:
Dalle 20 di oggi e fino alle 18 di domani:
Allerta Arancione per le seguenti zone: 1, 2, 3, 5, 6, 8 (Zona 1: Piana campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana; Zona 2: Alto Volturno e Matese; Zona 3: Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini; Zona 5: Tusciano e Alto Sele; Zona 6: Piana Sele e Alto Cilento; Zona 8: Basso Cilento)
Allerta Gialla per le altre zone
Si prevedono: “Precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, localmente di moderata o forte intensità. Raffiche di vento, soprattutto nei temporali”.
Un quadro meteo al quale è associato un rischio idrogeologico diffuso. Si segnalano i seguenti scenari di impatto al suolo delle precipitazioni:
– Instabilità di versante, localmente anche profonda, frane superficiali e colate rapide di detriti o di fango;
– Significativi ruscellamenti superficiali, anche con trasporto di materiale, possibili voragini per fenomeni di erosione;
– Allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno;
– Innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua minori, con fenomeni di inondazione delle aree limitrofe, anche per effetto di criticità locali (tombature, restringimenti, occlusioni delle luci dei ponti);
– Scorrimento superficiale delle acque nelle strade e possibili fenomeni di rigurgito delle acque piovane con tracimazione e coinvolgimento delle aree urbane depresse;
– Occasionali fenomeni franosi e possibili cadute massi per condizioni idrogeologiche fragili, per effetto anche della saturazione dei suoli, anche in assenza di precipitazioni.
ATTENZIONE!!!! Fino alle 20 di stasera resta in vigore, l’avviso emanato ieri con criticità idrogeologica di colore Arancione sulle zone 1, 2, 3 (Zona 1: Piana campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana; Zona 2: Alto Volturno e Matese; Zona 3: Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini), Gialla sul resto della regione.
La Protezione civile della Regione Campania raccomanda alle autorità competenti di porre in essere o mantenere attive tutte le misure atte a prevenire e contrastare i fenomeni attesi e a mitigarne il rischio sia in ordine al dissesto idrogeologico che alle sollecitazioni dei venti”.

🟠 #Protezionecivile: peggioramento in atto. #Allertameteo Arancione prorogata e ampliata

❗️La perturbazione che sta…

Pubblicato da Protezione Civile Regione Campania su Mercoledì 2 dicembre 2020

 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più