De Magistris incolpa De Luca: “Paghiamo una zona rossa perché non ha fornito i dati veri”

De Magistris De LucaIl Sindaco Luigi De Magistris, in diretta a ‘Lente di ingrandimento’ in onda su Televomero, h affrontato ancora una volta la questione Coronavirus e criticato l’operato del Presidente De Luca.

Sull’andamento dei contagi: “Il miglioramento c’è ma è lento. La situazione continua a essere molto seria, i numeri sono alti così come i ricoveri. Però si registra una minore pressione di ricoveri e contagi.”

Sul comparto sanitario ha ribadito: “Io ho sempre espresso una grande gratitudine nei confronti di tutto il personale sanitario. Anche in condizioni difficili stanno dando il massimo ormai da mesi. La vera pressione su loro da noi si è avuta non a marzo e aprile ma ora. Chi li doveva proteggere meglio prevedendo questa seconda ondata non lo ha fatto.”

Il Presidente De Luca, invece, in questi ultimi giorni sta subendo numerosi attacchi da parte dei sanitari a seguito delle sue dichiarazioni. Ha infatti evidenziato la presenza di una piccola percentuale di ‘farabutti’ che mentono sul numero di posti letto per evitare i turni di notte.

De Luca accusa i sanitari

Sulla vicenda del campo rom di Secondigliano ha chiarito: “Ieri c’è stata una lunga riunione in Prefettura, si faranno i tamponi per tutti quelli che dimorano nel campo. La situazione è seria ma monitorata da tutte le forze.”

Sul Natale: “Sono preoccupato, non solo io ma tutti. La situazione è molto seria, è un Natale che si preannuncia già triste. Al giorno d’oggi, negli anni passati, già avevamo quell’atmosfera natalizia. Napoli sta pagando un prezzo altissimo perché tutti si sono accorti di quanto siamo cresciuti in questi ultimi anni.

Questo è un risultato che noi rivendichiamo, lo dico con l’umiltà che mi caratterizza ma anche con orgoglio. In questi anni Napoli è diventata una potenza. Tutto questo non c’è più in questo momento, affronteremo un inverno duro dal punto di vista economico e sociale.”

“Mi auguro che ci sia un alleggerimento delle misure. Se riuscissimo a divenire zona gialla di qui a qualche giorno potrebbe essere un volo per far respirare le attività commerciali. Si è troppo giocato con conti che non tornavano e con dati che erano sbagliati, ormai lo stanno capendo tutti.

Non vogliamo rivendicare anche il merito della verità e della denuncia ma anche qui quando lo dicevamo la si semplificava nello scontro De Magistris-De Luca. Invece non era così. Noi non amiamo i duelli semplicemente siamo quelli che provano a raccontare una verità.”

De Magistris vuole il dialogo con De Luca

“Se oggi paghiamo una zona rossa è perché chi doveva raccontare i dati veri e adottare provvedimenti necessari non lo ha fatto quando sarebbe stato utile farlo e probabilmente adesso saremo già in zona gialla come la Liguria.”

Il riferimento di De Magistris, dunque, è al Presidente De Luca, in quanto rappresentate della Regione, più volte accusato di aver diffuso dati falsi sulla condizione campana. Il Governatore, in fatto di dati, è stato definito poco trasparente anche dal conduttore Massimo Giletti.

Potrebbe anche interessarti