DeMa vuole il dialogo con De Luca: “Lui insulta o critica. Il più delle volte diffama”

Il sindaco di Napoli Luigi de Magistris si dichiara pronto ad aprire un dialogo con il presidente De Luca. L’immagine di una classe politica così divisa danneggia infatti l’immagine delle istituzioni e chi ne risente sono solo i cittadini.

Che tra Vincenzo De Luca e Luigi de Magistris non corra buon sangue non è di certo un segreto. Ormai è quasi un anno, dall’inizio dalla pandemia, che i cittadini sono costretti ad assistere alle continue provocazioni tra i due personaggi politici più rappresentativi della regione.

De Magistris ancora una volta ci ha tenuto a ribadire che l’assenza di dialogo non dipende da lui. Non è il sindaco a non dialogare, ma è il governatore, stando alle parole del primo cittadino. Il sindaco di Napoli più che altro si è sentito bersagliato dai continui insulti di De Luca.

La fascia tricolore della città partenopea però su una cosa ha ragione da vendere. L’immagine delle istituzioni che procedono sempre e costantemente in due direzioni opposte lede i cittadini e ciò non è possibile. La classe politica dovrebbe perseguire uno scopo comune proprio al fine di tutelare la città.

Queste le parole del primo cittadino di Napoli Luigi de Magistris su un possibile dialogo con De Luca a La7: “Se guardiamo i monologhi recenti del presidente della Regione io sono forse l’ultimo dei suoi bersagli perché lui insulta o critica. E il più delle volte diffama. I bambini, gli insegnanti, i giornalisti, i medici, il Governo, i ministri, i sindaci, le persone. Nonostante gli insulti del presidente sono d’accordo che l’immagine che viene data di istituzioni che non collaborano è negativa.

Non è il sindaco di Napoli che non dialoga e nonostante gli insulti io offro sempre la mia capacità di dialogo. A Napoli abbiamo un rapporto istituzionale eccellente, di cui devo personalmente dare atto, con il Governo e con moltissimi parlamentari con cui c’è un dialogo molto forte.”

Potrebbe anche interessarti