Pompei, nuova scoperta sulle sue origini: fu fondata dagli etruschi e non dai romani

pompei etruschi
Foto fb Parco Archeologico di Pompei

Dopo lo straordinario ritrovamento di fine novembre (due corpi, presumibilmente di uno schiavo e di un padrone) nel Parco Archeologico di Pompei, si continua a indagare sulla città e la sua storia. Le ultime campagne di scavo rivelerebbero origini inaspettate. Pompei, la più viva delle città morte (come è stata definita da Alberto Angela), non sarebbe stata fondata dai romani bensì dagli etruschi.

Fu, secondo queste ipotesi, il popolo dell’Italia antica vissuto tra il IX secolo a.C. e il I secolo a.C, a dare una forma alla città prima che diventasse colonia romana. Gli etruschi, come si evince dagli ultimi scavi e relativi studi sul materiale trovato, organizzarono le strade di Pompei “seguendo il cielo e le stelle” come già avevano fatto per Tarquinia, Veio, Cerveteri. E furono loro a costruire i primi santuari, sulla via che dalla città portavano al porto, snodo dei traffici commerciali.

DUE ANNI FA LA MOSTRA POMPEI E GLI ETRUSCHI

Lo rende noto l’Ansa che riporta le parole del direttore del parco archeologico Massimo Osanna che insieme all’archeologo Carlo Rescigno, accademico dei Lincei e professore di archeologia classica all’Università della Campania Luigi Vanvitelli, ha presentato le nuove scoperte all’Accademia dei Lincei. Una tavola rotonda con Fausto Zevi, professore emerito di storia dell’arte greca e romana alla Sapienza di Roma e accademico dei Lincei, Carmine Ampolo, emerito di storia greca alla Normale di Pisa, Pier Giovanni Guzzo, per molti anni alla guida degli Scavi di Pompei, con l’introduzione dell’accademico Roberto Antonelli.

Osanna spiega come Pompei forse sia stata costruita in poco tempo e da poche persone (forse schiavi liberati) che facevano parte di una comunità “di lingua e cultura etrusca”. Una mescolanza di popoli dato che ad aiutarli nella costruzione di mura, case e templi, ci furono anche campani (sia italici che greci). Una città che fioriva ma che subì le conseguenze economiche della sconfitta degli etruschi contro i greci, avvenuta nel 474 a.C nella battaglia navale di Cuma. Da quel momento Pompei forse fu abbandonata per quasi un secolo per poi ritornare a essere un crocevia fondamentale per gli scambi commerciali via mare. Fino poi ad essere seppellita dall’eruzione del Vesuvio.

 

 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più