Terremoto a Pozzuoli, paura e scetticismo tra i cittadini. Il sindaco: “Nessun allarmismo, nulla da nascondere”

Il terremoto verificatosi a Pozzuoli ha scatenato il panico tra i cittadini, tanto da spingere il sindaco Figliolia a sollecitare i residenti a mantenere la calma.

La scossa, di magnitudo 2.6 si è verificata alle 9.09 di questa mattina nella zona Flegrea, con epicentro a 5 km da Pozzuoli, ad una profondità di 2 km. Un evento sismico di tale entità si era già verificato lo scorso 23 dicembre.

L’amministrazione comunale, poche ore fa, è intervenuta per sottolineare ai cittadini l’impossibilità di avvicinarsi all’area Pisciarelli per il pericolo di emissioni di fango bollente. Cosa che ha gettato ancor di più i puteolani nello sconforto.

Terremoto Pozzuoli, sindaco Figliolia tranquillizza i cittadini

Di qui l’intervento del primo cittadino: “Noto dai commenti al post in merito all’evento sismico di questa mattina che molti di voi manifestano scetticismo e paura. Reazioni umanamente comprensibili ma che non devono creare nessun allarmismo. Posso solo assicurarvi che qui non c’è nulla da nascondere. Non dimenticate che vivo anche io in mezzo a voi in questa splendida città.”

Per offrire maggiore trasparenza ha riportato le dichiarazioni della direttrice dell’Osservatorio Vesuviano dell’INGV, Francesca Bianco. Quest’ultima ha dichiarato: “L’attività vulcanica dei Campi Flegrei è costantemente monitorata dalle reti di monitoraggio dell’Osservatorio Vesuviano, in accordo con il Dipartimento della Protezione Civile.”

“I parametri geofisici e geochimici analizzati indicano il perdurare dei trend registrati dei mesi precedenti. Allo stato attuale non si evidenziano elementi tali da suggerire significative evoluzioni del sistema a breve termine, fermo restando che una eventuale variazione dei parametri monitorati può comportare una diversa evoluzione degli scenari di pericolosità.”

Potrebbe anche interessarti